23:35 25 Giugno 2019
Caccia svedese Gripen

In Svezia sostengono di aver progettato aereo killer dei caccia russi Sukhoi

© AP Photo / Anders Wiklund
Mondo
URL abbreviato
16660

Il comandante delle forze aeree svedesi Mats Helgesson ha dichiarato che l'aereo d'attacco Saab Gripen E è in grado di avere la meglio contro i caccia russi della serie Su. Lo ha segnalato il portale Business Insider.

"Gripen, specialmente nella versione E, è fatto per distruggere i caccia Sukhoi. Abbiamo la cintura nera qui."

I caccia Sukhoi sono diventati leggendari per la loro manovrabilità e la capacità di abbattere gli aerei americani in combattimento aereo per le "evoluzioni aggressive erischiose", osserva il portale. Alla luce di questa situazione l'aviazione americana fa affidamento sulla costosa tecnologia stealth. I progettisti del Gripen d'altra parte non cercano di ridurre la rilevabilità dell'aereo, ma modernizzano i sistemi di guerra elettronica.

"Il Gripen non può vantare il massimo potenziale di fuoco, la scarsa rilevabilità o la grande autonomia, tuttavia questo aereo ha una caratteristica eccezionale che lo rende un incubo per gli aerei russi", scrive Business Insider.

Secondo l'esperto del British Royal Institute per le ricerche militari Justin Bronk, i caccia Gripen sono superioti ai loro analoghi nella conduzione della guerra elettronica e nella neutralizzazione dei radar nemici.

"Quando i piloti dei Gripen si sono stancati di essere dileggiati dai Typhoon tedeschi, hanno avuto l'opportunità di testare i loro sistemi di guerra elettronica di combattimento: i tedeschi hanno avuto tempi difficili," — il portale riporta le parole dell'analista.

Correlati:

Svezia lavora su disegno di legge per assistenza militare reciproca con Finlandia
Caccia Sukhoi indiano localizza velivolo invisibile cinese
Il Sukhoi Su-35 in volo
Russia, Sukhoi consegna al ministero Difesa primo lotto di caccia Su-34 nel 2017
Tags:
Tecnologia, Difesa, Sicurezza, Gripen, Sukhoi, Aviazione, Svezia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik