Widgets Magazine
08:41 16 Ottobre 2019
Visitors walk past the stand of Huawei during PT/EXPO COMM CHINA 2014 in Beijing, China, 27 September 2014

Media: Huawei intende rivolgersi a tribunale per accuse in Repubblica Ceca

© East News / Imaginechina
Mondo
URL abbreviato
0 80
Seguici su

In connessione con le misure adottate dalla Repubblica Ceca contro la società cinese Huawei dopo la dichiarazione del dipartimento di sicurezza informatica (NUKB) che i prodotti e le tecnologie di questa azienda rappresentano una minaccia per la sicurezza , Huawei è pronta a rivolgersi a tribunali e ad arbitrati internazionali, comunica Deník N.

La direzione dell'azienda Huawei ha inviato una lettera di avvertimento al primo ministro ceco Andrej Babiš e al capo della NUKB Dusan Navratil. Venerdì questa lettera sarà esaminata in una riunione di gabinetto, ha scritto la pubblicazione con riferimento alle sue fonti nel governo.

A metà dicembre, il capo del dipartimento di sicurezza informatica Dushan Navratil ha dichiarato che, secondo il suo dipartimento, i prodotti delle imprese Huawei e ZTE rappresentano una minaccia per la sicurezza della repubblica. Secondo lui, le leggi cinesi richiedono la collaborazione di società private che operano nel paese in attività d'intelligence. A tale riguardo, il governo ceco ha incaricato i servizi competenti di condurre un'analisi dei rischi relativa all'uso dei prodotti e delle tecnologie Huawei. L'indagine interesserà circa 160 dipartimenti, aziende e imprese, sia pubbliche che private.

"Huawei è pronta a difendere i propri interessi in tribunale e tramite arbitrato internazionale in relazione all'invio di avvertimento del NUKB sui pericoli dell'utilizzo delle nostre tecnologie", ha detto in una lettera Huawei, cita il sito web del giornale Deník N.

Secondo la lettera, Huawei non ha l'obbligo di fornire ai propri prodotti "entrate di servizio" che possano essere utilizzate per accedere ai prodotti da terze parti, né con spyware.

L'avvertimento NUKB contraddice la realtà e ha causato notevoli danni al prestigio dell'azienda, che ha già subito notevoli perdite a tale riguardo, ha detto Huawei in una lettera.

"Insieme agli esperti, abbiamo analizzato le opzioni legali che la nostra azienda potrebbe intraprendere se l'avvertimento dei NUKB non verrà cancellato o modificato. Se necessario, la società è pronta a proteggere i suoi diritti, in particolare, presentando una denuncia contro interferenze illecite e possibile denuncia successiva a perdite, una procedura di reclamo costituzionale e di arbitrato sulla base di accordi bilaterali pertinenti sulla protezione degli investimenti ", ha detto in una lettera a Huawei.

La società ha stabilito il 14 febbraio come termine per la cancellazione o la modifica dell'avviso NUKB.

Correlati:

Danimarca, espulsi due dipendenti di Huawei per permessi di lavoro irregolari
Caso Huawei, monito del capo della diplomazia cinese contro "veleno nel business"
Repubblica Ceca raccoglie i primi frutti della sua spregiudicata cooperazione con Huawei
Huawei punisce dipendenti per post di Capodanno su Twitter con iPhone
Tags:
Spionaggio, Spionaggio industriale, causa legale, Spionaggio, Huawei, Andrej Babiš, Repubblica Ceca
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik