06:54 20 Febbraio 2019
Bandiera della Siria

Siria, scoperta camera segreta in un antico castello medievale

© Sputnik . Dmitry Vinogradov
Mondo
URL abbreviato
0 100

Una stanza murata è stata scoperta dagli archeologi nel Krak dei cavalieri, una fortezza medievale di epoca crociata nei pressi di Homs. Lo ha dichiarato oggi ai giornalisti il custode del castello, Muhammad Hariri.

"Quando abbiamo ripulito i corridoi, abbiamo visto un buco nel muro e un po' di spazio dietro di esso. Togliendo i mattoni, abbiamo trovato una stanza che nessuno sospettava esistesse: all'interno c'erano una stufa e un serbatoio. Abbiamo due versioni: o c'era una lavanderia, o ci preparavano il vino. E quando i mamelucchi presero possesso della fortezza, probabilmente murarono questa stanza", ha detto Hariri.

Egli ha aggiunto che sono stati prelevati dei campioni, che saranno esaminati in Ungheria per capire a cosa potesse servire questa stanza.

Il Krak dei cavalieri si trova a 65 chilometri da Homs, ad un'altitudine di circa 650 metri. La prima fortificazione apparve all'inizio dell'XI secolo, ed era la sede della guarnigione dell'emiro di Aleppo. Un secolo dopo, i crociati conquistarono la fortezza, trasformandola in uno dei castelli più inespugnabili della Terra Santa. Nel 2006 il Krak è diventato patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Durante la guerra, nel 2013, il castello fu occupato dai terroristi. Quando nel 2014 l'esercito siriano riuscì a riprendere il controllo del territorio, furono trovati danni all'interno della struttura. Lo scorso novembre, dopo la rimozione dei detriti, il castello è stato riaperto ai turisti.

Le autorità siriane stanno ripristinando altri monumenti, danneggiati o distrutti durante la guerra, insieme agli esperti russi.    

Correlati:

Siria, terroristi con appoggio dei Caschi Bianchi preparano attacco chimico ad Idlib
Siria, Teheran: Pronti a rispondere se Israele continuerà attacchi
Netanyahu auspica di discutere con Putin le azioni dell'Iran in Siria
Tags:
archeologia, Scoperta, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik