12:54 16 Febbraio 2019
Piramidi in Egitto

Egitto, svelato il mistero della tomba di Tutankhamon

© AFP 2018 / Mohamed El-Shahed
Mondo
URL abbreviato
125

Gli specialisti che hanno condotto il restauro della tomba del faraone Tutankhamon, hanno affermato che le misteriose macchie sulle pareti della camera di sepoltura, scoperte all'inizio del XX secolo, sono batteri morti. Lo riporta oggi il Daily Mail.

Il lavori di restauro, durati dieci anni, sono stati effettuati dagli specialisti del Getty Conservation Institute in collaborazione con il ministero delle antichità egiziano. Tuttavia, è stato deciso di lasciare punti sui muri che in precedenza erano considerati colonie in crescita di microrganismi. Il confronto con le fotografie storiche scattate negli anni Venti del Ventesimo secolo ha dimostrato che le macchie non sono cambiate di dimensioni, mentre dall'analisi chimica si è scoperto che si tratta di batteri morti, sicuri per la mummia.

Il faraone Tutankhamen regnò nell'antico Egitto intorno al 1332-1323 a.C., salì al trono all'età di 10 anni e morì a 19. La tomba di Tutankhamen fu scoperta nel 1922. Per molto tempo si è creduto che la sua tomba fosse "maledetta", poiché, girava voce, i ricercatori che scoprirono il luogo di sepoltura fossero morti in circostanze misteriose. Tuttavia, tutti i "fatti" che presumibilmente testimoniano a favore della maledizione sono stati adattati per il gusto dei giornali, e la maggior parte degli archeologi che vi hanno lavorato sono morti in tarda età e per causa naturali.    

Correlati:

Egitto, archeologi trovano sarcofagi di età romana
In Egitto trovata tomba intatta di oltre 4mila anni
Egitto, scoperta la tomba di un servo del tempio di Amon
Tags:
archeologia, Scoperta, Egitto
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik