14:03 25 Aprile 2019
A set of a Russian secret service KGB agent is pictured in the Spy Museum in the western German city of Oberhausen on April 21, 2015

Euronews: il museo del KGB a New York attira l'attenzione di un pubblico serio (VIDEO)

© AFP 2018 / PATRIK STOLLARZ
Mondo
URL abbreviato
0 04

I visitatori del KGB Spy Museum a New York, prendono molto sul serio l'esposizione della "tecnologia di spionaggio" sovietica e degli strumenti di travestimento, riferisce Euronews. I creatori del museo sostengono di aver selezionato l'esposizione con l'aiuto di esperti e storici degli ex paesi sovietici.

Il KGB Spy Museum ha aperto a New York. I collezionisti di antichità sovietiche accettarono di trasferire le loro collezioni agli organizzatori della mostra dedicata ai metodi di lavoro dei servizi speciali.

I visitatori vengono accolti con i ritratti di Stalin, Lenin e Dzerzhinsky. Insieme a busti e manifesti, nelle sale del museo ci sono ricostruzioni dei posti di lavoro degli ufficiali di sicurezza, uniformi, parrucche e falsi nasi, oltre a campioni di equipaggiamento sovietico per intercettazioni e tracciamento.

I visitatori dicono che prendono questa mostra con molta serietà.

VISITATORE: Questa è la prova di come i nostri due paesi, la Russia e il resto del mondo, hanno costantemente cercato di ottenere i reciproci segreti. Sono sicuro che in Russia dovrebbe esserci una mostra simile dedicata alla CIA. Lo spero.

I creatori del museo sostengono di volere evitare la pretenziosità e l'eclettismo. Hanno contattato storici dagli ex paesi sovietici alla compilazione della mostra, che, a loro avviso, conoscono bene il lavoro degli organi di sicurezza dello stato.

Correlati:

Pechino preoccupata per l'arresto di un cittadino cinese in Polonia per spionaggio
Americano arrestato in Russia per spionaggio risulta avere cittadinanza britannica
Apre a New York l'unico museo del KGB negli Stati Uniti
Lettonia, pubblicati i documenti segreti del KGB
Tags:
Spionaggio, Spionaggio, Spionaggio, KGB, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik