06:07 20 Febbraio 2019
Pasta

Belgio, studente muore dopo aver mangiato la pasta rimasta fuori dal frigo per 5 giorni

CC0
Mondo
URL abbreviato
3512

Dalle analisi dei campioni di pasta si è scoperto che contenevano una "quantità significativa" di bacillo cereo.

A. J., 20 anni, è morto dopo aver mangiato un piatto di pasta al pomodoro avanzata, rimasto per cinque giorni sul tavolo della cucina, fuori dal frigorifero. Dopo aver mangiato la pasta, il giovane è andato a fare sport ma è stato costretto a interrompere l'attività a causa di mal di testa, nausea e dolore addominale. Dopo ore di malessere, il ragazzo ha pensato di essere vittima di un'intossicazione alimentare, per cui ha cercato di bere tanto e riposare.

Undici ore dopo A.J. è stato trovato morto dai suoi genitori, avvertiti dalla scuola che il loro figlio non si era presentato alle lezioni. L'autopsia ha rivelato che il giovane è morto per un avvelenamento causato dal bacillo cereo, un batterio che causa vomito e diarrea. Dai campioni di pasta analizzati si è scoperto che la loro quantità era talmente elevata da compromettere il funzionamento del fegato.

Il caso risale al 2008, ma è stato ripreso ed analizzato ora dal dottor Bernard per il Journal of Clinical Microbiology e il suo canale YouTube.

"Molte persone mangiano pasta avanzata da un giorno o due e stanno bene. Ma attenzione al cibo lasciato fuori per più di qualche ora. Se il cibo ha un odore strano, è sempre meglio prevenire che curare", afferma il dottor Bernard.

Correlati:

Alimentazione, cosa mangiare per mantenere un peso ideale
L'americano medio spreca 113 kg di cibo l'anno
Tribunale in UE stabilisce che il gusto del cibo non è protetto dai diritti d’autore
Tags:
pasta, morte, Belgio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik