04:03 26 Maggio 2019
Cervello

Scienziati italiani stanno lavorando alla creazione di una pillola contro la solitudine

© Depositphotos / Andreus
Mondo
URL abbreviato
625

Di tutti gli stati emotivi che possono influenzare il nostro benessere fisico, la solitudine è considerata una delle meno comprese e meno riconosciute clinicamente.

Molti studi hanno ripetutamente confermato gli effetti negativi di questo sentimento sulla salute umana, e in una recente indagine condotta da Cigna è emerso che dal 22% al 75% degli americani si sente solo a volte o sempre.

Stephanie Cacioppo, direttrice del Brain Dynamics Lab della Pritzker School of Medicine dell'Università di Chicago, e i suoi colleghi sostengono che la sensazione di solitudine si verifica quando i segnali chimici che ci spingono a comunicare con altre persone sono bloccati dalla nostra mente vigile, e invece il cervello si concentra sul pericolo e sull'ansia, soffocando il desiderio di socializzazione.

In uno studio condotto nel 2013 con la partecipazione di 31 persone sane, un altro gruppo di ricerca ha scoperto che la somministrazione orale di una dose di allopregnanolone ha un effetto calmante su quelle aree del cervello che sono responsabili della percezione emotiva e dell'ansia.

La Cacioppo ha condotto il suo studio su un gruppo di persone a cui sono stati somministrati dai 175 ai 400 milligrammi di pregnenolone. Secondo i ricercatori, si può parlare con cauto ottimismo circa il successo di questo esperimento: la solitudine dei soggetti è davvero indebolita, ma i risultati finali possono essere giudicati solo all'inizio di giugno, quando la ricerca si concluderà.

Il pregnenolone è un neurosteroide che può aiutare ad alleviare l'ansia e la percezione eccessiva di potenziali pericoli. Se gli scienziati riescono a ridurre il sistema di allarme nella mente delle persone sole, non solo li aiutano a fare conoscenza ed evitarsi a vicenda, ma riducono anche l'impatto negativo di questa sensazione sulla salute della persona stessa.

Certo, ci sono ancora altri modi per aiutare a combattere la solitudine. Ma per coloro cui ansia e paura di affrontare la solitudine sono così forti da interferire con l'avvio di una conversazione, questa cura può dare nuova speranza.

Correlati:

Trovata la causa del fumo e dell'alcolismo nel cervello
Scoperto nuovo processo fisiologico nel cervello umano
Scienziati: un modo per ringiovanire il cervello
Tags:
solitudine, cura, Ricerca, Salute
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik