08:19 16 Dicembre 2019
Procuratore speciale dell'inchiesta sul Russiagate Rober Mueller (foto d'archivio)

Un americano su due non è sicuro dell'obbiettività dell'inchiesta sul Russiagate

© AP Photo / Andrew Harnik
Mondo
URL abbreviato
262
Seguici su

La metà dei cittadini statunitensi non è sicura che i risultati delle indagini sulla presunta ingerenza russa nelle elezioni presidenziali del 2016 siano giusti ed imparziali.

Emerge da un sondaggio condotto dal Washington Post e dal canale ABC pubblicato nel fine settimana.

Secondo i sociologi, il 28% degli intervistati afferma di avere "solo un po' di certezza che l'esito dell'inchiesta condotta dal procuratore speciale Robert Mueller sia obbiettiva. Allo stesso tempo il 22% non è "affatto sicuro" della correttezza ed imparzialità.

Secondo i dati pubblicati, il 60% degli intervistati vuole che vengano rese pubbliche le dichiarazioni fiscali di Donald Trump, che l'inquilino della Casa Bianca si rifiuta di rendere note all'opinione pubblica negli ultimi anni.

Correlati:

Russiagate, senatore dem Van Hollen: “nessuna prova su collusione tra Trump e Cremlino”
Mosca disposta a pubblicare corrispondenza sul caso “Russiagate”
USA, saranno pubblicate tutte le testimonianze sul Russiagate
Putin chiede documenti ufficiali sul “Russiagate” agli Stati Uniti
Tags:
politica interna, Sondaggio, Presidenziali USA 2016, Russiagate, Donald Trump, Robert Mueller, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik