10:00 26 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale (40)
6222
Seguici su

Il presidente russo Vladimir Putin considera un dovere di ogni russo preservare la memoria dell'eroismo degli abitanti della Leningrado assediata ed ha anche sostenuto che si dovrebbe fare tutto il possibile per evitare che tali tragedie si ripetano.

"Noi, come i nostri discendenti, dobbiamo fare tutto il possibile affinché tali tragedie non si ripetano mai, dobbiamo difendere la memoria di tutti coloro che hanno portato la vittoria. Dalla memoria, lasciata in eredità per unire il popolo, esortare la gente alla pace e alla giustizia", ha affermato il presidente, parlando all'evento commemorativo in occasione del 75° anniversario della completa liberazione di Leningrado dall'assedio delle truppe naziste.

Ha sottolineato che date come quella di oggi non saranno mai passeggere.

"Vivevano nella speranza, credevano nella vittoria e pensavano alle generazioni future, a noi, pensavano ai loro figli e nipoti. Abbiamo conservato per loro valori culturali e monumenti unici, il nostro compito è trasmettere ai pronipoti dei vincitori l'intera verità sull'eroismo della Leningrado assediata, il senso di ammirazione, onore e dignità di Leningrado e il nostro dolore per le centinaia di migliaia di vittime," — ha detto Putin.

Si è congratulato con i veterani della Grande Guerra Patriottica (Seconda Guerra Mondiale) augurando loro lunga vita.

Oggi è il 75° anniversario dello sblocco dell'assedio di Leningrado, iniziato l'8 settembre 1941 e durato quasi 900 giorni.

Tema:
Il 75° anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale (40)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook