17:00 20 Febbraio 2019
Federica Mogherini

L'Unione europea è pronta a riconoscere il potere di Guaidò in Venezuela

© AFP 2018 / THIERRY CHARLIER
Mondo
URL abbreviato
La crisi politica in Venezuela (169)
18218

L'Unione europea è pronta a riconoscere il presidente dell'Assemblea Nazionale del Venezuela Juan Guaidò come presidente provvisorio del paese, se nei prossimi giorni non saranno annunciate le elezioni presidenziali.

Lo ha dichiarato il capo della diplomazia europea Federica Mogherini.

"Nel caso in cui l'organizzazione di nuove elezioni non sarà annunciata nei prossimi giorni, l'UE adotterà ulteriori misure, tra cui il riconoscimento della leadership del paese ai sensi dell'articolo 233 della Costituzione del Venezuela", ha detto in una dichiarazione.

Come accennato, l'UE ribadisce la sua posizione secondo cui "le elezioni presidenziali in Venezuela, condotte nel mese di maggio, non possono essere considerate libere, eque e credibili".

"Il Paese ha urgente bisogno di un governo che rappresenti davvero la volontà degli abitanti del Venezuela" ha sottolineato in un comunicato stampa.

In precedenza Olanda, Gran Bretagna, Germania, Francia e Spagna hanno espresso l'intenzione di riconoscere Guaidò come presidente provvisorio del paese, se in Venezuela entro otto giorni non saranno indette nuove elezioni.

Ormai, oltre agli USA, Guidò come capo provvisorio dello Stato è stato riconosciuto da Brasile, Canada, Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Honduras, Panama, Paraguay, Perù, Georgia, Albania e di altri paesi. La Russia ha sostenuto Maduro come legittimo presidente del Venezuela.

Tema:
La crisi politica in Venezuela (169)

Correlati:

Consigliere della Mogherini propone di cambiare la politica di sanzioni contro la Russia
Federica Mogherini: l’Ue non sta creando un “esercito europeo”
La Duma di Stato ha commentato la dichiarazione di Mogherini sul Mar d'Azov
Tags:
elezioni, riconoscimento, PESCO, Federica Mogherini, Venezuela, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik