11:23 19 Maggio 2019
Teheran, Iran

Al Pentagono discussioni su come bombardare l'Iran: quali prospettive?

© Sputnik . Sergey Mamontov
Mondo
URL abbreviato
5118

Il Wall Street Journal, riferendosi ad ex politici e in attività desiderosi di preservare il loro anonimato, ha segnalato recentemente che il Consiglio di Sicurezza degli Stati Uniti, guidato dal consigliere della Casa Bianca John Bolton, ha chiesto al Pentagono lo scorso autunno di elaborare diverse opzioni per attaccare militarmente l'Iran.

Questa richiesta è stata motivata con il bombardamento di mortai nel quartiere diplomatico di Baghdad da parte di un gruppo filo-iraniano nel settembre dello scorso anno, dove si trova l'ambasciata degli Stati Uniti. Due giorni dopo un attacco simile si era ripetuto nella città irachena meridionale di Bassora, dove si trova il Consolato americano.

In virtù di questi fatti, i funzionari della sicurezza nazionale degli Stati Uniti hanno condotto una serie di incontri per discutere la reazione. Successivamente Bolton ha esortato il Pentagono ad elaborare piani per attaccare l'Iran.

I funzionari dell'amministrazione statunitense non hanno né confermato né smentito le notizie del Wall Street Journal.

Quali potrebbero essere le opzioni d'attacco per gli Stati Uniti: raid delle forze navali, invasione terrestre o battaglia navale nel Golfo Persico? Quando potrebbe concretizzarsi? Quanto per gli Stati Uniti sarebbe accettabile lo scenario militare contro l'Iran?

In una conversazione con Sputnik ha cercato di rispondere a queste domande Mojtaba Jelalzadeh, esperto di politica internazionale presso il Centro di ricerca dell'Università Azad di Teheran:

— Analizzando questa proposta, dobbiamo tener conto delle condizioni preliminari e il ruolo dei singoli funzionari nella direzione della politica estera statunitense. Con l'arrivo alla Casa Bianca di Donald Trump, assistiamo alla ripresa di un approccio unilaterale nella politica estera americana. Vediamo persone che hanno lasciato l'amministrazione di Donald Trump e quelli che sono attualmente al potere, come John Bolton, che ha un curriculum ostile nei confronti del popolo iraniano ed è coinvolto nel sostegno ai gruppi terroristici, come l'Organizzazione dei Mujahideen del popolo iraniano. In effetti, lo scopo principale dei neocon, o meglio repubblicani di destra, è quello di riprendersi il potere negli Stati Uniti attraverso un'azione militare. Tuttavia, anche se persone come John Bolton vogliono uno scontro militare con l'Iran, l'élite americana non prenderà mai una decisione del genere, è una pressione più psicologica che altro.

Secondo la leadership americana, gli Stati Uniti plaudono ad operazioni militari in Paesi che non sono i loro alleati. Ma in pratica sorgono interrogativi: quanto sono in grado di intraprendere queste azioni? L'opinione pubblica interna e internazionale appoggia le loro azioni? Per quanto tempo l'America può sostenere una guerra? Naturalmente, un attacco militare contro un Paese stabile come l'Iran non resterà senza conseguenze in una regione di crisi come il Medio Oriente".

L'Iran ha un piano di difesa in caso di possibili conflitti? Mojtaba Jalalzade sostiene:

— Certamente, l'Iran, come Stato indipendente, stabile e militare, ha il suo potenziale di difesa. L'Iran ha sviluppato un piano e una strategia di difesa. È completamente sbagliato affermare che l'Iran non sarà in grado di resistere ad un possibile attacco. Tuttavia è anche errato pensare che Teheran otterrà una vittoria facile. Durante i 40 anni della sua esistenza, l'Iran ha rigenerato il suo potenziale militare tramite tecnologie nazionali o d'importazione da altri Paesi. Naturalmente, dobbiamo tenere conto di due punti: primo, non ci sarà un attacco senza una risposta nel breve termine.

Se scoppierà un conflitto militare, sarà lungo e non si placherà rapidamente. In secondo luogo, secondo le precedenti dichiarazioni dei politici e militari iraniani, il fuoco di questa guerra si propagherà in altri Paesi del Medio Oriente".

Correlati:

Netanyahu: priorità di Israele è contrastare l’Iran in Siria
Trump: gli USA hanno combattuto l’ISIS in Siria per Russia e Iran
Ministero esteri Iran condanna arresto conduttrice iraniana in USA
WSJ: Bolton chiede al Pentagono di possibili attacchi all'Iran
Tags:
Geopolitica, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Guerra, Casa Bianca, Wall Street Journal, Pentagono, John Bolton, Medio Oriente, Iran, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik