Widgets Magazine
08:38 21 Luglio 2019
USS Donald Cook

Cacciatorpediniere USA nel Mar Nero vedrà morte veloce

CC0
Mondo
URL abbreviato
14584

Il cacciatorpediniere della Marina degli Stati Uniti, Donald Cook, che è entrato nel Mar Nero, verrà rapidamente distrutto se il suo comportamento creerà sospetti tra i militari russi. Questa affermazione è stata fatta dal politico israeliano Yaakov Kedmi.

L'esistenza di questa nave, se le sue azioni causeranno sospetti, ha i minuti contati. Forse, e non sono sicuro, verrà lanciato un missile. Il prossimo sarà lanciato dal fondo del mare, per quanto ho capito riguardo gli eventi del Mar Nero", ha detto Kedmi su un canale televisivo russo.

​Si ricorda che il cacciatorpediniere americano Donald Cook ha passato lo stretto dei Dardanelli la sera del 19 gennaio. Il Pentagono ha dichiarato che la nave sta svolgendo un operazione di pattuglia e supporto degli alleati della NATO. La nave è armata di missili da crociera Tomahawk.

Subito dopo essere entrata nel Mar Nero, il cacciatorpediniere è sotto il monitoraggio della flotta del Mar Nero in Russia. La nave scorta della Flotta del Mar Nero Pytlivy è salpata per scortare il cacciatorpediniere americano.

La Duma di Stato ha definito l'entrata del cacciatorpediniere nel Mar Nero una provocazione e ha notato che gli Stati Uniti stanno abusando della pazienza e della pacificità della Russia.

La flotta del Mar Nero ha un vasto arsenale di strumenti per neutralizzare qualsiasi minaccia nella sua area di responsabilità. Si tratta di grandi navi di superficie con missili guidati, dei nuovissimi sottomarini con missili da crociera Kalibr, e complessi anti-nave costieri Bal e Bastion.

Correlati:

Cacciatorpediniere USA Donald Cook naviga verso il Mar Nero
Forze navali russe in allerta nel Mar Nero e Mar Baltico per arrivo di navi militari USA
Pubblicate le immagini di un cacciatorpediniere americano nel Mar Nero
Tags:
Cacciatorpediniere, cacciatorpediniere, Cacciatorpediniere marina USA, Mar nero, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik