Widgets Magazine
07:30 15 Settembre 2019
Crimea

Governatore Crimea: unificazione con la Russia agognata per quasi trent’anni

© Sputnik . Sergey Malgavko
Mondo
URL abbreviato
1222
Seguici su

Oggi il governatore della Crimea, Sergey Aksenov, ha dichiarato che il terreno per l’unificazione della penisola con la Russia è stato preparato 28 anni fa, quando i crimeani in un referendum hanno votato a favore del ripristino dell'autonomia della Crimea come parte della rinnovata Unione Sovietica.

"È stato il prologo della Primavera crimeana: abbiamo iniziato il nostro viaggio verso Russia, che si è concluso a marzo 2014", afferma Aksenov nel suo messaggio alla popolazione per il Giorno della Crimea.

Il governatore si è detto dispiaciuto che la volontà del popolo, dopo il referendum sullo statuto della regione del 20 gennaio 1991, non fu ascoltata.

"La Crimea ha dovuto vivere in isolamento dalla Russia per quasi un quarto di secolo, nel declino economico, nell'escalation costante delle tensioni etniche. Tuttavia siamo riusciti ad evitare il peggio e impedire che la nostra penisola si trasformasse in un punto caldo, a differenza di quanto previsto da molti esperti", ha detto Aksenov.

Egli ha aggiunto che, per molti aspetti, è stato grazie allo statuto speciale che i crimeani sono riusciti a resistere alle aggressioni da parte dell'Ucraina. 

"Presto celebreremo il quinto anniversario dell'unificazione della Crimea con la Russia. Possiamo tranquillamente dire che il quinquennio russo è diventato un periodo di libertà e sviluppo per la penisola", ha concluso il governatore.    

Correlati:

Crimea reagisce a proposta di Berlino su invio ispettori europei nello Stretto di Kerch
Autorità Crimea escludono ingresso di navi NATO nel Mare d'Azov
Drone USA conduce ricognizione lungo le coste della Crimea
Tags:
unificazione, Sergej Aksenov, Crimea, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik