16:32 20 Febbraio 2019
Una barca di migranti

Naufragio al largo della Libia, morti 117 migranti

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
9213

Tra le vittime ci sono donne e bambini.

A bordo del gommone avvistato venerdì al largo delle coste di Tripoli c'erano 120 persone. Lo riferisce L'Organizzazione internazionale per le migrazioni che ha ascoltato i tre naufraghi — due sudanesi e un gambiano — trasferiti e curati a Lampedusa.

Hanno riferito, spiega il portavoce dell'Oim, Flavio Di Giacomo, di essere partiti giovedì in 120 su un gommone che si è sgonfiato dopo circa undici ore di navigazione, e le persone via via sono cadute e la maggior parte sono annegate. Tra loro dieci donne, una delle quali incinta, e due bimbi, uno di appena due mesi. Provenivano soprattutto da Nigeria, Camerun, Gambia, Costa d'Avorio e Sudan.

"Purtroppo, i contorni di questa tragedia sono molto più gravi di quello che sembrava all'inizio. C'era confusione sul numero delle persone a bordo, l'aereo della Marina aveva avvistato una cinquantina di persone, ma i superstiti ci hanno detto di essere partiti in 120", ha detto Flavio Di Giacomo.

I tre, che sono traumatizzati e sotto choc ma in buone condizioni di salute, hanno raccontato di essere rimasti tre ore in acqua, prima di essere recuperati, assistendo alla tragedia.

Reazione Salvini


In precedenza una nave con non meno di 20 migranti a bordo è naufragata venerdì sera, a 50 km dalla costa della Libia nel Canale di Sicilia.

Un elicottero della Marina italiana, in coordinamento con la guardia costiera libica, è stato coinvolto nel salvataggio dei migranti. La nave in pericolo è stata avvistata da un aereo militare italiano. Ai migranti sono stati lanciati dei salvagenti.

Ieri è stato riportato che i primi 67 migranti hanno raggiunto Lampedusa quest'anno.  

Correlati:

67 migranti sono giunti a Lampedusa
Frontiera tra Spagna e Marocco diventa più “umana” per i migranti
Conte in Ciad: combattere traffico migranti a livello globale
Tags:
soccorsi, Migranti, naufragio, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik