04:56 21 Marzo 2019
Marines USA

USA inviano nave da sbarco per coprire il ritiro delle truppe dalla Siria

© Capt. Zachary Anderson, U.S. Air Force
Mondo
URL abbreviato
3114

Le forze navali degli Stati Uniti hanno inviato una nave da sbarco in Siria con marines, elicotteri ed altri velivoli per coprire il ritiro delle sue truppe dal Paese mediorientale. Lo ha riportato il Wall Street Journal con riferimento a fonti nel Pentagono.

Si rileva che si tratta della nave Kearsarge, a bordo della quale si trovano centinaia di marines. Dovrebbero fornire supporto ai soldati americani in uscita dalla Siria.

Secondo le fonti, l'ordine per il ritiro delle truppe resta valido e operativo, nonostante le dichiarazioni del consigliere sulla sicurezza nazionale del presidente americano John Bolton, secondo cui gli Stati Uniti non se ne andranno via dalla Siria finché la Turchia non lascerà in pace i curdi sostenuti dagli americani.

In precedenza i media avevano riferito che parte dell'esercito americano potrebbe rimanere a tempo indeterminato nel sud della Siria, dove è dislocata la base di Al-Tanf.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva proclamato la vittoria sullo "Stato Islamico" in Siria ed aveva ordinato al contingente militare americano di lasciare il Paese alla fine dello scorso anno. Allo stesso tempo ha promesso di continuare ad occuparsi dei terroristi che restano nella regione e di aiutare gli alleati, compresa la Turchia.

Correlati:

Turchia continua ad ammassare corazzati al confine con la Siria
Siria risponde ad attacco Israele con sistemi antimissile (VIDEO)
Siria, la polizia militare russa pattuglia la città di Manbij secondo gli accordi
USA hanno iniziato il ritiro dei mezzi militari dalla Siria – CNN
Pompeo: "Trump pronto a nuove azioni militari in Siria, speriamo non si arrivi a questo"
Turchia attaccherà i curdi in Siria a prescidere dalle azioni degli Stati Uniti
Tags:
Difesa, Sicurezza, Ritiro dalla Siria, crisi in Siria, Pentagono, Wall Street Journal, marina USA, esercito USA, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik