15:03 18 Marzo 2019
Grande Nube di Magellano

Galassia vicina è in rotta di collisione con la Via Lattea, affermano gli scienziati

© Foto: ESA/Hubble & NASA
Mondo
URL abbreviato
213

La collisione causerà un esplosione epica ma probabilmente non accadrà per circa 2,5 miliardi di anni.

Gli astronomi hanno dichiarato che una galassia vicina potrebbe scontrarsi con la Via Lattea e potrebbe spingere il nostro sistema solare nel vuoto cosmico.

La sfortunata scoperta è stata fatta dopo che gli scienziati hanno eseguito simulazioni al computer sul movimento della Grande Nube di Magellano (LMC), una delle tante galassie satellitari che orbita attorno alla Via Lattea. Piuttosto che girare a distanza di sicurezza, o liberarsi dalla forza gravitazionale della Via Lattea, i ricercatori hanno scoperto che la LMC è destinata a svolgere un ruolo importante nella galassia che chiamiamo casa.

Al momento, la LMC è stimato a circa 163.000 anni luce dalla Via Lattea e che sta accelerando di 250 miglia al secondo. Ma le simulazioni degli astrofisici dell'Università di Durham mostrano che la LMC alla fine rallenterà e volterà verso di noi, scontrandosi con la nostra Via Lattea tra circa 2,5 miliardi di anni.

Mentre le stelle e i pianeti individuali difficilmente entrano in collisione, l'arrivo di una galassia che pesa fino a 250 miliardi di soli farà ancora il caos. "Tutta la Via Lattea sarà scossa e l'intero sistema solare potrebbe essere espulso nello spazio", ha detto Carlos Frenk, direttore dell'Institute for Computational Cosmology a Durham. "Se ciò accade, non vedo come i nostri discendenti, se ne avremo, saranno in grado di resistere".

Tuttavia non è tutto negativo. Le probabilità di collisione che spingeranno il sistema solare in una regione più rarefatta dello spazio sono ridotte, riportano i ricercatori nelle Comunicazioni mensili della Royal Astronomical Society. Marius Cautun, il primo autore della ricerca, ha dichiarato che le probabilità dell'"esilio" cosmico sono di circa l'1-3%.

In un certo senso, la collisione con con LMC è attesa da tempo. La Via Lattea è strana rispetto alle altre galassie a spirale. L'alone di stelle che circonda il suo disco galattico contiene molte meno stelle rispetto alle galassie simili alla nostra. Ma questo non è tutto. Il buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea è misero, solo un decimo di quello che si trova nei cuori di galassie simili.

La fusione galattica cambierà tutto questo. "Una volta che LMC verrà inghiottito dalla Via Lattea, la nostra galassia diventerà una bella e normale spirale", ha detto Frenk. "La maggior parte dell'alone si arricchirrà di stelle della LMC e il buco nero si riempirà di questa improvvisa abbondanza di carburante inaspettato e impazzirà".

LMC detiene grandi quantità di gas che saranno divorate dal buco nero supermassiccio fino a raggiungere 10 volte la sua massa attuale. Mentre si alimenta, il buco nero diventerà "attivo" e invierà potenti getti di radiazioni ad alta energia. Mentre i fasci intensi di radiazioni gamma possono potenzialmente innescare estinzioni di massa, è improbabile che la radiazione generata dal buco nero rappresenti una minaccia per qualsiasi vita che possa esistere sulla Terra, scrivono gli autori.

In passato, gli astronomi che si preoccupavano per la presunta fine della Via Lattea avevano focalizzato la loro attenzione sull'imminente collisione con la galassia di Andromeda. Questa galassia ha cinque volte la massa della Grande Nube di Magellano, Andromeda potrebbe distruggere completamente la Via Lattea quando le due si scontreranno. Questa catastrofe cosmica è attesa in circa quattro miliardi di anni.

Ma la fusione con LMC potrebbe rimandare il cataclisma, ha detto Frenk. "Uno dei sottoprodotti della collisione con LMC ritarderà l'armageddon", ha detto. "Sposterà un pò la Via Lattea e questo potrebbe permetterci di guadagnare un paio di miliardi di anni.

"LMC è grande ma non distruggerà completamente la nostra galassia", ha detto. "Produrrà questa incredibile esplosione, ma non ha la massa per creare un enorme disturbo. La collisione con Andromeda sarà davvero un armageddon. Questa sarà davvero la fine della Via Lattea come la conosciamo".

Correlati:

Scoperti corpi celesti arrivati da un'altra galassia
Rilevati 72 segnali extraterrestri da galassia nana: sono ripetitivi
La più grande mappa della galassia nella storia dell'umanità
Scienziati: Urano e Nettuno vengono da un altra galassia
Tags:
Astronomia, Ricerca, galassia, ricerca scientifica, Astronomia, Ricerca scientifica, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik