16:31 16 Giugno 2019
Ankara

La Turchia ha rifiutato di obbedire alla richiesta degli Stati Uniti

© Sputnik . Anton Denisov
Mondo
URL abbreviato
3151

Ankara potrebbe considerare l'acquisto di missili anti-aerei americani Patriot, ma ciò non è possibile se Washington continuerà a proporre le sue condizioni. Lo ha detto il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, dice la Reuters.

I sistemi d’arma antiaereo S-400 Triumf
© Sputnik . Ministry of Defence of the Russian Federation
Secondo il ministro, la Turchia non accetta l'estensione degli Stati Uniti di eventuali esigenze per quanto riguarda la transazione per l'acquisto di sistemi missilistici anti-aerei russi S-400. Il 5 gennaio è stato riferito che i rappresentanti della delegazione americana hanno presentato la condizione del Ministero degli Esteri e del Ministero della Difesa della Turchia per annullare l'ordine degli S-400 in cambio della fornitura di Patriot. Allo stesso tempo, l'offerta americana non include né lo sconto né il trasferimento della tecnologia.

Mosca e Ankara hanno firmato un contratto per la fornitura di sistemi S-400 nel settembre 2017. Il contratto prevede la vendita di quattro divisioni complete di questi sistemi. Il valore dell'accordo è di 2,5 miliardi di dollari, più della metà della somma la coprirà un prestito russo. In Turchia hanno ripetutamente sottolineato che la cancellazione dell'acquisto non è rimborsabile.

Gli Stati Uniti e gli altri membri della NATO sono contro gli acquisti di Ankara, la decisione ha suscitato il malcontento di Washington, perché la Turchia è membro dell'Alleanza e tutti i sistemi di armi devono lavorare sotto un unico standard. Washington minaccia di sanzioni Ankara.

Correlati:

La Turchia respinge l'offerta USA per rinunciare all'acquisto degli S-400 russi
Media svelano ultimo tentativo USA di bloccare acquisto di S-400 della Turchia
Turchia chiede a USA il controllo delle basi americane in Siria
Tags:
condizioni, missile balistico, Missili, acquisto, NATO, Ankara
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik