07:53 23 Gennaio 2019
La corporazione russa statale per lo spazio Roscosmos

Rogozin: la NASA ha chiesto alla Roscosmos di creare una versione lunare della Soyuz

© Sputnik . Igor Russak
Mondo
URL abbreviato
213

Il capo di Roscosmos Dmitry Rogozin ha detto che gli Stati Uniti hanno chiesto alla controparte russa di creare una versione della navicella Soyuz, capace di volare fino alla Luna.

"Gli americani insistono, ci chiedono di continuare a fare voli Soyuz con gli astronauti americani e ci stanno anche chiedendo di sviluppare una versione della Soyuz che potrebbe arrivare fino alla Luna, al fine di creare un sistema di riserva di trasporto spaziale", ha detto al canale televisivo "Rossia-24".

Nella primavera del 2018, gli Stati Uniti hanno proposto alla Russia di produrre un modulo per la stazione lunare per le uscite degli equipaggi nello spazio aperto, capace di rispettare gli standard americani e adattarsi alle tute spaziali della NASA. Il capo di Roscosmos ha osservato che la Russia può partecipare al progetto solo in condizioni di parità di trattamento.

La discussione delle prospettive di cooperazione erano previste nel corso della visita del capo della NASA a Baikonur nel mese di ottobre, ma è stato impedito dall'incidente di partenza. Poi è diventato noto che i negoziati dovevano avvenire durante il viaggio previsto per febbraio di Rogozin negli Stati Uniti.

Il sei gennaio, il direttore della NASA Jim Braydenstein ha riferito dell'annullamento dell'invito. Ha fatto riferimento al fatto che alcuni politici americani ritengono l'arrivo di Rogozin sotto sanzioni "non una buona idea". La Duma di Stato ha definito questo un passo distruttivo. Il Consiglio della Federazione ha notato in questo un'altra manifestazione della politica russofoba.

Correlati:

Roscosmos propone ai turisti spaziali "la rotta di Gagarin"
Roscosmos in attesa dettagli NASA, per organizzazione visita della delegazione in USA
NASA reagisce a contestazioni su visita negli USA del direttore “sanzionato” di Roscosmos
Tags:
Missione lunare, voli diretti, NASA, Roscosmos, Dmitry Rogozin, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik