06:04 23 Marzo 2019
Squali

Gli embrioni degli squali sono cannibali?

© Depositphotos / Njaj
Mondo
URL abbreviato
0 12

La scienza già sapeva che gli embrioni di alcune specie di squali mangiano i loro simili nell'utero materno.

Un innovativo dispositivo ha reso disponibili per i biologi nuove informazioni riguardo a questa forma di cannibalismo: in particolare, è stato dimostrato che gli embrioni non solo si mangiano l'un l'altro, ma possono anche spostarsi da un utero all'altro in cerca della propria vittima.

Nella maggior parte degli animali i movimenti embrionali sono limitati a piccole oscillazioni e rivolgimenti casuali. Per questo, gli scienziati dell'Acquario Churaumi (in Giappone) sono rimasti molto sorpresi quando hanno scoperto che gli embrioni dello squalo nutrice indiano (Nebrius ferrugineus) non solo si spostano all'interno dell'utero, ma possono anche trasferirsi in quello vicino. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Ethology.

I dati raccolti dagli scienziati hanno dimostrato la presenza di frequenti migrazioni di embrioni tra l'utero destro e quello sinistro. Questa scoperta è stata resa possibile grazie alla nuova apparecchiatura ad ultrasuoni impiegata solitamente per il monitoraggio della gravidanza umana. I dispositivi portatili vengono utilizzati da anni anche per monitorare gli squali, ma il loro impiego era complicato dal fatto che l'animale veniva portato via dal suo habitat naturale.

Per studiarli in un ambiente per loro più naturale, gli scienziati hanno perfezionato il dispositivo rendendolo più resistente all'umidità e alla pressione. Per alcuni anni i ricercatori hanno studiato la gravidanza di tre squali e girato più di 40 filmati a ultrasuoni in cui si possono vedere fino a 4 cuccioli di squalo che si muovono in ogni madre.

In una madre gli embrioni hanno cambiato la loro posizione per tre volte. In un altro caso i movimenti sono stati molto più intensi: in tutto sono state registrate 24 migrazioni durante l'intera gravidanza. In uno dei filmati si vede lo spostamento tra i 2 uteri. La velocità dello spostamento è di 8 cm/s, dato impressionante. Un altro squalo femmina ad uno stadio precoce della gravidanza presentava due embrioni in ogni utero. Dopo un po' di tempo, uno di essi scompare. Due mesi dopo, ne rimangono solo due e verso la fine della gravidanza rimane solo il vincitore.

In precedenza i biologi sospettavano che gli embrioni di squalo potessero spostarsi fra i due uteri e mangiare i propri concorrenti, ma queste osservazioni venivano fatte durante operazioni chirurgiche invasive, il che lasciava aperta la questione che questi processi si verificassero o meno anche in condizioni normali. I ricercatori ipotizzano che questo comportamento unico nel suo genere possa essere uno dei modi in cui alcune specie di squali garantiscono il cibo necessario agli embrioni.    

Correlati:

Allarme dei biologi su rischio di estinzione di squali ed altri predatori marini
Colpa del governo francese gli squali che infestano le acque dell'isola Réunion?
Tags:
scienza, ricerca, Giappone
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik