06:05 25 Giugno 2019
An RQ-4 Global Hawk unmanned aircraft (File)

Drone USA conduce ricognizione lungo le coste della Crimea

CC0
Mondo
URL abbreviato
3012

Un drone strategico da ricognizione RQ-4B-30 Global Hawk della US Air Force ha condotto una ricognizione al largo della costa della Crimea, riporta su Twitter il sito di monitoraggio PlaneRadar.

Secondo il portale, il drone è decollato dalla base aerea di Sigonella in Italia al mattino e si è diretto verso la linea di demarcazione nel Donbass. La sera dello stesso giorno, il velivolo ha avviato un volo di ricognizione lungo la costa russa del Mar Nero e si è avvicinato alla costa nella regione di Sebastopoli ad una distanza di 33 chilometri, quindi alle 23.00 è ritornato all'aeroporto italiano.

Lo stesso giorno, un aereo di pattuglia antiaerea della marina statunitense Boeing P-8A Poseidon è stato avvistato al largo della costa della Crimea. Ha completato la missione alle 21.50 ora di Roma.

Recentemente, le attività degli aerei da ricognizione stranieri e degli UAV vicino ai confini russi è aumentata. In particolare, sono stati notati sia nella regione della Crimea che nel territorio di Krasnodar e vicino ai confini occidentali del paese.

Il ministero della Difesa ha ripetutamente invitato Washington a rinunciare a tali operazioni, ma il Pentagono ha risposto negativamente.

Correlati:

In Ucraina si indignano per il reportage della CNN sulla Crimea russa
“Russia libera di scegliere politica militare in Crimea come opportuno e necessario”
Nuova divisione S-400 entrerà in servizio in Crimea prima della fine dell'anno
Tags:
Drone, p-8a "poseidon", droni, Pattugliamento, Il Ministero della Difesa, Pentagono, Krasnodar, Mar nero, Crimea, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik