Widgets Magazine
02:28 16 Luglio 2019
Dark web

Gli hacker hanno pubblicato il rapporto Integrity Initiative sul lavoro di Sputnik e RT

Pixabay
Mondo
URL abbreviato
191

Gli hacker di Anonymous hanno pubblicato altro materiale sulle attività dell'Integrity Initiative, progetto del governo britannico, sul lavoro di Sputnik e RT.

Anonymous ha reso pubblica l'analisi del rapporto delle strutture mediatiche russe, insieme ai compensi per quest'attività, per gli hacker è la testimonianza di svolgimento dell'Integrity Initiative con i soldi dei contribuenti britannici, per l'analisi dell'attività del partito laburista e del suo leader, ma anche del canale televisivo RT. Nei documenti, in particolare, viene messo in luce l'incidente a Salisbury, la posizione dei paesi dell'ex Unione Sovietica e la situazione in Medio Oriente, Siria compresa. Il Ministero degli Esteri britannico ha già reputato credibili i documenti precedentemente pubblicati da Anonymous sugli interventi di Londra nel caso dei paesi dell'UE e sulla mirata informazione di guerra contro la Russia.

Anonymous ha pubblicato un testo delle copie dei compensi, per un totale di circa mille sterline, a nome di un cittadino giordano che si chiama Jamal al Tahat, per la "redazione di un rapporto dell'Integrity Initiative sulla compagnia mediatica RT".

Sono stati pubblicati due rapporti sulle attività di RT. Uno, scritto da Jassar al-Tahat, è un'analisi del lavoro di RT in Medio Oriente, redatto nell'aprile 2018. Il secondo, senza nome dell'autore, esplora i principi di diffusione delle notizie sui social network, e dei successi di RT e Sputnik su queste piattaforme. "I piani per contrastare RT" e "le ragioni per cui opporsi a RT" li definiscono gli hacker stessi in questi rapporti.

Il primo rapporto è datato 9 aprile, il secondo è senza data e i conti hanno le date 15,18,21 aprile. Secondo uno dei rapporti, in Medio Oriente "RT è ormai percepita come la più affidabile fonte di informazioni, fonte dell'altro lato della storia" e responsabile del vettore di sviluppo della regione, soprattutto a causa del fatto che i locali vivono sotto il predominio della narrazione occidentale, e "il loro principale desiderio ora è di vedere l'altro lato". L'autore del rapporto riconosce anche che RT ha un grado di fiducia nella regione che le risorse occidentali non possiedono.

Come osserva il rapporto, RT ha in Medio Oriente reputazione di risorsa "che dona una nuova prospettiva, complessa e avanzata, che permette alle persone di capire le nuove tendenze, che le altre emittenti non spiegano".

"La Siria ne ha dato un chiaro esempio. Prima che i russi arrivassero in Siria, le notizie erano piene di immagini occidentali, la gente cominciava a chiedere cosa stava realmente accadendo. Quando sono arrivati i russi, alla fine sono diventati quelli che dicono che succede sul campo", ha scritto l'autore.

Il secondo rapporto parla dei successi di RT e Sputnik sui social network, in particolare della  sfiducia verso le risorse di informazione occidentali  proprio tra il pubblico occidentale. Ad esempio, dopo che è stato abbattuto il Su-24 russo nel 2015, "RT e Sputnik hanno cominciato a produrre articoli che promuovono la posizione russa", e a guadagnare un forte sostegno. L'articolo di RT su Reddit ha raccolto 11 mila commenti, mentre c'era al secondo posto la CNN con soli 2,2mila commenti. "Le simpatie comuni sui social media erano per i russi", scrive l'autore.

Un altro esempio del successo di RT, che risulta nel rapporto, è la copertura degli attentati a Bruxelles il 22 marzo del 2016, il primo articolo è apparso su RT già dieci minuti dopo l'attacco e ha raccolto 21mila commenti, mentre la rivale Bbc ha pubblicato il materiale solo dopo mezz'ora e ha ottenuto solo duemila di commenti.

"Molti utenti ritengono che RT sia pronta a coprire un incidente, riguardo al quale i media occidentali tacciono", scrive l'autore.

Di seguito sono riportati i destinatari dell'Integrity Initiative.

Scandalo dell'Integrity Initiative

Nel mese di novembre 2018 gli hacker hanno pubblicato documenti sulle attività del progetto dell' "Istituto di pubblica amministrazione" Integrity Initiative, che il Regno Unito, secondo la loro ipotesi, potrebbe utilizzare per interferire negli affari interni dei paesi europei e per l'informazione di guerra contro la Russia. Secondo Anonymous, il programma dell'istituto non è stato aggiornato dal 2017, le informazioni dei dipendenti e i dati di contatto delle istituzioni sono assenti, e il codice del programma on-line delle pubblicazioni consente di concludere che sono stati fatti in modalità automatica. 

Correlati:

Attacco hacker in Germania: dati segreti della cancelleria e della Merkel al sicuro
Gli hacker hanno rubato i dati di migliaia di disertori nordcoreani
USA sospettano governo cinese per attacco hacker contro Marriott
Tags:
influenza, hacker, Attacchi hacker, Anonymous, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik