01:01 18 Gennaio 2019
I migranti dell'America centrale vanno sul treno per arrivare alla frontiera tra il Messico e gli USA

I migranti protestano contro la chiusura di un rifugio in Messico vicino al confine USA

© AFP 2018 / Yuri Cortez
Mondo
URL abbreviato
0 02

Il governo messicano ha deciso di chiudere uno dei rifugi per i migranti provenienti dall'America Centrale, che si trova vicino alla città di Tijuana, vicino al confine con gli Stati Uniti. Come riportato venerdì dal quotidiano Excelsior, l'iniziativa ha suscitato la resistenza dei residenti.

Secondo la pubblicazione, i rappresentanti di servizi sanitari a causa delle violazioni delle norme sanitarie, hanno chiuso gli ingressi al rifugio, in cui vivono circa 150 migranti, proponendo loro di trasferirsi in un altro campo, ma la decisione ha scatenato una protesta. Per questo nel rifugio sono arrivati gli agenti di polizia. Hanno dato ai migranti 12 ore per andarsene.

Alla fine di novembre dello scorso anno, circa 500 migranti hanno cercato di passare da Tijuana nel territorio degli Stati Uniti. Le forze di sicurezza americane hanno usato gas lacrimogeni contro di loro. Dopo un giorno le autorità del Messico hanno espulso dal paese 98 persone coinvolte nell'incidente e hanno aumentato le misure di sicurezza a Tijuana.

Correlati:

Trump: Messico paga muro di confine attraverso il commercio
Nel bagaglio di cittadino russo di ritorno da Messico 30 coccodrilli e un serpente (FOTO)
Ragazzi napoletani scomparsi in Messico: famigliari si rivolgono alla Farnesina
Tags:
Proteste, muro, Migranti, Migranti, migranti, Messico
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik