00:59 18 Gennaio 2019
Il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif

Il ministro degli Esteri iraniano risponde a Pompeo sui test missilistici

© AP Photo / Ronald Zak
Mondo
URL abbreviato
1211

I test missilistici iraniani non violano la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite 2231, ha detto il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, in risposta alle parole del Segretario di Stato Mike Pompeo.

In precedenza Pompeo ha dichiarato che l'Iran dovrebbe "rivedere questi provocatori lanci e rinunciare a qualsiasi azione associata ai missili balistici, per evitare un isolamento economico e diplomatico più profondo". Egli ha aggiunto che le azioni dell'Iran dimostrano "totale disprezzo delle risoluzioni 2231 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite".

"I lanci dell'Iran sono razzi spaziali e missili di prova, non sono una violazione della risoluzione 2231" ha scritto Zarif su Twitter. Ha anche ricordato agli Stati Uniti che il periodo di validità della risoluzione 1929, che ha imposto il divieto di trasferimento all'Iran di armi moderne, missili e sistemi missilistici, è scaduto.

Zarif ha aggiunto che "le minacce generano minacce, mentre la cortesia genera cortesia".

Washington insiste sul fatto che la risoluzione 2231 impedisce all'Iran di fare i test di lancio, la Russia indica che nel testo della risoluzione non c'è un divieto, ma un appello.

In precedenza, il rappresentante permanente dell'Iran presso le Nazioni Unite Golamali Horoshy ha esortato il Consiglio di sicurezza ONU a definire gli Stati Uniti responsabili per l'uscita dalla condivisione dl piano di azione globale sul programma nucleare iraniano.

Correlati:

Zarif: Russia ci capisce su sanzioni Usa-Turchia
Russia-Iran, telefonata Lavrov-Zarif
Siria, Zarif: Afrin è un problema che deve risolvere Damasco
Tags:
missile balistico, Missili, Javad Zarif, Mike Pompeo, USA, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik