08:16 13 Dicembre 2019
Tsunami

I fisici russi hanno imparato a prevedere gli tsunami

© CC BY 2.0 / Petra Bensted / Tsunami
Mondo
URL abbreviato
290
Seguici su

Presso la Facoltà di fisica dell’Università Lomonosov di Mosca è stato elaborato il sistema Tsunami Observer che valuta automaticamente la probabilità della comparsa di tsunami nel mondo.

Gli tsunami sono onde superficiali gravitazionali a bassa frequenza che si formano nell'oceano in seguito a movimenti sismici del fondo marino, frane e smottamenti, eruzioni vulcaniche, impatto della pressione discontinua sui bacini idrici e pressione legata all'azione del vento. Onde simili possono presentarsi anche in seguito a forti esplosioni subacquee o alla caduta di meteoriti nell'oceano. Ma nell'80% dei casi gli tsunami si verificano a causa di forti terremoti subacquei in seguito al ritrarsi dell'acqua legato a deformazioni cosismiche del fondale. Dall'inizio del XXI secolo si sono verificati più di 10 grandi tsunami che hanno causato 250.000 vittime ed enormi danni materiali.

Fra il terremoto e lo tsunami passa sempre un certo lasso di tempo (da alcuni minuti a decine di ore), per questo la maggior parte degli tsunami si può prevedere. Il perfezionamento delle metodologie di previsione ha un importante fine pratico: ridurre le vittime, diminuire i danni materiali, ottimizzare le operazioni di salvataggio.

Il sistema Tsunami Observer, elaborato da un gruppo di ricercatori della cattedra di Fisica del mare e delle acque guidato dal professore Mikhail Nosov dell'Accademia russa delle scienze, permette di stimare il rischio di tsunami in seguito a un terremoto. Ma questa stima non è il fine principale del sistema.

Prima di tutto, Tsunami Observer è una piattaforma adatta a condurre studi in cui le numerose procedure tradizionali di calcolo sono automatizzate. L'obiettivo degli studi è determinare con precisione possibili tsunami. Il perfezionamento del sistema di allerta tsunami è generalmente accompagnato da numerose complicazioni burocratiche. Mentre Tsunami Observer, a cui possono essere integrate altre versioni, permette di perfezionare le metodologie di previsione degli tsunami senza grandi impedimenti burocratici. 

Correlati:

Cina: vietata la ricerca sulle modifiche del DNA degli embrioni umani
Ricerca, la velocità di camminata rivela il rischio di morte prematura
Ricerca shock: un uomo su dieci è potenzialmente un maniaco sessuale
Tags:
Previsioni, tsunami, Ricerca scientifica, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik