16:59 21 Gennaio 2019
I nuovi carri armati T-72B3 alla parata militare del 9 maggio a Mosca

Il National Interest ha paragonato i leggendari carri armati T-34 e gli Sherman

© Sputnik . Grigory Sisoev
Mondo
URL abbreviato
241

I carri medi dei paesi della coalizione anti-hitleriana, come il T-34 sovietico e l'americano M4 Sherman, avendo in gran parte simili caratteristiche, hanno svolto un ruolo eccezionale nella vittoria contro la Germania nazista, scrive il giornale americano The National Interest.

Nel suo articolo, l'autore confronta i punti di forza e di debolezza dei T-34 e degli M4  Sherman e dei britannici Cromwell. Uno dei vantaggi dei carri occidentali sul T-34 era il numero dell'equipaggio: cinque persone contro i quattro dei T-34, il carro sovietico ergonomia scomoda e torre stretta, scrive il giornale. Inoltre, in URSS durante la fase di inizio della guerra alla radio c'era solo il comandante della macchina, a causa di ciò l'anticarro sovietico non poteva rispondere rapidamente all'evoluzione della situazione sul campo di battaglia, indica The National Interest.

Il confronto di carri armati, come scrive l'autore, è stato in gran parte simile, tuttavia, a partire dal 1942, quando la Germania ha adottato cannoni di 75 millimetri, per non parlare dei più potenti cannoni dei carri armati "Tigr" e "Pantera", la loro corazza ha cominciato ad essere un problema per l'avversario.

In questo caso, gli M4 Sherman si sono guadagnati una reputazione da carro armato, che dopo il colpo, può "scoppiare" a causa di incendio alle munizioni, questo ha portato alla comparsa di modifiche del serbatoio fornite di protezione speciale, osserva la rivista. A sua volta, nel T-34 è stato osservato un altro problema: a causa delle caratteristiche della corazza, dopo aver emesso il colpo, all'interno del carro si potevano formare schegge, specifica l'autore.

L'armamento dei carri armati era simile a quello degli M4 Sherman e dei Cromwell con un cannone da 75 mm. Questi strumenti colpivano con successo i carri armati tedeschi Pz. III, Pz. IV, così come i mezzi di base, ma non potevano combattere contro la corazza dei "Tigr" e "Pantera", sottolinea The National Interest.

Nel 1944, apparvero nuovi modelli di carri armati tra gli alleati: i T-34-85 dell'Unione Sovietica, i M4A3E8 gli USA e Sherman Firefly del Regno Unito, che avevano armi con una migliore corazza; il carro armato sovietico aveva il cannone più potente, di 85 millimetri e la torre più protetta, il suo equipaggio era aumentato fino a cinque persone.

Hanno dimostrato di funzionare in condizioni difficili sul fronte orientale, scrive il giornale. Tuttavia, il carro armato sovietico, secondo l'autore, poteva rompere alcune parti, mentre gli M4 Sherman si guadagnavano la reputazione di una macchina molto affidabile.

L'autore sottolinea la particolare economicità e la facilità di produzione degli T-34, la Russia aveva 84mila carri, mentre gli USA hanno prodotto 49 mila M4 Sherman, mentre il Regno Unito aveva solo 6mila carri armati Cromwell, scrive il National Interest.

I carri medi alleati avevano armi simili, armature e mobilità simili, osserva l'autore dell'articolo.

Tuttavia, la loro caratteristica principale era che avevano sufficienti caratteristiche per l'esecuzione di missioni di combattimento, potevano essere prodotti in scala di massa senza precedenti, questo ha pienamente permesso a URSS e USA di utilizzare il potente potenziale industriale per la vittoria contro il Terzo Reich, conclude The National Interest.

Correlati:

Difesa: il Marocco rafforza l'arsenale militare con nuovi carri armati statunitensi
I carri armati M1 Abrams si guidano meglio dei T-14 Armata
National Interest mette a confronto i carri armati Armata e Merkava
Tags:
armamenti, Carri armati, Armi, The National Interest, Esercito, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik