17:50 21 Gennaio 2019
Segno Schengen

In vigore nuove regole per ispezioni più approfondite nell'area Schengen

© flickr.com/ Arno Langenfeld
Mondo
URL abbreviato
0 30

Aggiornate le regole di utilizzo del sistema di informazione dei visti dell'UE, volte a un controllo più approfondito dei dati per l'eliminazione di "punti ciechi". Sono entrati in azione venerdì, ha riferito la CE.

In precedenza la Commissione europea ha avviato la riforma del sistema dei dati Schengen, per garantire un controllo più approfondito delle informazioni sui candidati che richiedono il visto, per eliminare le lacune in materia di sicurezza, per migliorare lo scambio di informazioni tra gli stati, di garantire la piena compatibilità con le altre banche dati nell'UE.

Il sistema informativo fornisce agli organi che emettono documenti di ingresso, informazioni sui candidati per visti Schengen a breve termine. Secondo le nuove regole, l'ambito di azione del sistema è esteso per i visti a lungo termine e permessi di soggiorno. Inoltre, tutte le domande di visto saranno controllate automaticamente da altri sistemi informativi.

"Il database aggiornato, che le autorità nazionali hanno consultato più di 5 miliardi di volte nel 2017, contribuirà a migliorare il lavoro delle guardie di frontiera che controllano chi attraversa i confini dell'UE, a sostenere la polizia e le forze di polizia nella cattura di pericolosi criminali e terroristi", si legge nel messaggio della Commissione.

Secondo il Commissario europeo per la migrazione, gli affari interni e la cittadinanza Dimitris Avramopoulos, l'UE "chiude una lacuna critica nella sicurezza". "Gli Stati membri saranno tenuti a depositare avvisi legati al terrorismo in un sistema di informazione Schengen rafforzato", ha detto.

Entro la fine del 2019 gli stati membri dovranno informare l'Europol sulle notifiche relative al terrorismo.

Nell'ambito della riforma del sistema di informazione saranno visibili avvisi nei confronti di criminali ricercati e illegalmente presenti nell'UE ma che sono cittadini di paesi terzi. Sarà obbligatoria l'inclusione nel sistema di informazioni di eventuali divieti emessi nei confronti di cittadini di paesi terzi a cui è impedito l'ingresso nell'area Schengen.

Correlati:

Schengen ha provocato gravi problemi sul narcotraffico al confine ceco-tedesco
Visti Schengen, la Commissione Europea non aumenterà le tasse consolari per i russi
Ministero Difesa russo segnala introduzione di una “Schengen militare” in Europa
Tags:
Trattato di Schengen, Sospensione Schengen, Commissione Europea, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik