22:11 21 Aprile 2019
Sputnik

Cremlino condanna pubblicazione dati personali giornalisti di Sputnik in Regno Unito

© Sputnik . Konstantin Chalabov
Mondo
URL abbreviato
4110

La pubblicazione dei dati personali dei giornalisti Sputnik nei media britannici non rispetta le norme civili ed è una minaccia diretta alla loro sicurezza, ha detto il segretario stampa presidenziale Dmitry Peskov.

"Abbiamo espresso a vari livelli la nostra delusione e il nostro sconcerto in relazione a ciò che sta accadendo ora nel Regno Unito per quanto riguarda i giornalisti di Sputnik e RT", ha sottolineato.

Il Cremlino non approva la pubblicazione le informazioni personali dei dipendenti dei media russi nel Regno Unito ha dichiarato il segretario stampa del presidente. "Beh, cosa volevate? Diciamo che almeno noi, come diceva Putin, non siamo sostenitori del Codice di Hammurabi ("occhio per occhio, dente per dente"), ma solo noi a livello ufficiale", ha detto.

In precedenza, il Times, seguendo l'esempio del sito ucraino Peacemaker, ha pubblicato le foto di otto impiegati dell'ufficio britannico Sputnik, accompagnate dalla loro firma e le loro mansioni. Lo stesso articolo si riferiva anche all'esortazione di un membro del Parlamento scozzese, Alex Cole Hamilton, al governo britannico a sequestrare i beni dei giornalisti dell'agenzia.

Ieri alcuni portali d'informazione russi hanno pubblicato i nomi e le fotografie dei dipendenti dell'Ufficio di Mosca della BBC. In particolare, il link alla lista pubblicata sulla risorsa pikabu.ru è stato pubblicato dal canale Dozhd TV sul suo sito ufficiale.

"Ciò che è stato fatto nel Regno Unito è assolutamente senza precedenti, irrispettoso delle norme civili, per nulla conforme alle regole di atteggiamento nei confronti dei media, in contrasto con i principi della libertà dei media e, cosa più importante, rappresenta una minaccia diretta alla sicurezza di questi individui che lavorano nei media russi in Gran Bretagna, quindi, naturalmente, non potevamo nascondere la nostra indignazione, incomprensione e condanna", ha concluso Peskov.

Correlati:

Diventato pubblico database con i dati personali di milioni di americani
Hacker entrati su sito FBI: violata e-mail del vice direttore, dati personali su Twitter
Russia, entra in vigore nuova Legge sui dati personali
Tags:
Informazione, dati personali, Informazioni, dati, guerra d'informazione, The Times, Sputnik, Dmitry Peskov, Regno Unito, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik