00:43 18 Gennaio 2019
Spazio

Pubblicato documento con i piani sovietici di comunicazione nel sistema solare

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
1111

La compagnia Russian Space Systems (RCS) ha pubblicato sul suo sito web un documento storico del 1961 sulla creazione e l'ammodernamento di un complesso di comunicazioni spaziali a lungo raggio in Crimea, che avrebbe garantito i voli per stazioni interplanetarie automatiche sovietiche (AMS) sulla Luna, Venere e Marte.

"Il documento è semplicemente intriso di ottimismo dei suoi creatori, che al momento della sua stesura avevano appena completato i lavori per la costruzione delle antenne: nell'anno del primo volo spaziale con equipaggio, nessuno aveva dubbi: l'uomo avrebbe viaggiato nel Sistema Solare, e avrebbe costruito stazioni spaziali sui pianeti:

"L'ulteriore sviluppo del centro spaziale di Evpatoria consentirà la comunicazione radio bidirezionale con l'AMS all'interno del Sistema Solare e fornirà comunicazione telefonica e fototelegrafica con gli equipaggi dello navi spaziali entro 1 miliardo di chilometri (la regione dell'orbita di Giove)", si legge nel documento, ricevuto da Sputnik questo venerdì.

Afferma che il documento del 1961 intitolato "Sviluppo di un sistema di comunicazione a lunga distanza basato sul centro Plutone a Evpatoria non era precedentemente disponibile a un vasto pubblico.

Il documento riflette le prospettive per la modernizzazione del centro Plutone, costruito a Evpatoria in tempi record (cinque anni in anticipo rispetto agli Stati Uniti) e capace di lavorare con oggetti a distanza dall'orbita di Giove.

"Sviluppare questo centro, dotarlo di nuove antenne e modificare quelle esistenti è necessario per la comunicazione radio all'interno dell'orbita di Giove, un segnale televisivo potrebbe essere trasmesso da Venere, e da Marte potrebbe essere mantenuto un collegamento fototelegrafico". Un frammento di immagine verrebbe trasmessa da Venere in 5 secondi, da Marte in un 1 minuto, da Giove in 15 minuti. Gli autori del documento sembrano essere completamente sicuri di tutti questi piani senza riserve: tutte queste missioni sono solo una questione di tempo e sono molto vicine".

Si dice che nel 1962 il complesso delle comunicazioni spaziali remote a Evpatoria sarebbe stato modernizzato e avrebbe funzionato con tutti le AMS sovietiche.

"Plutone" divenne un membro di tutte le vittorie spaziali sovietiche. Con il suo aiuto, è stato possibile eseguire la localizzazione radar delle superfici di Marte, Mercurio e Venere e svolgere quasi tutto ciò che i suoi creatori avevano programmato nel 1961", informa RKS.

Correlati:

NASA: astronauta impara di nuovo a camminare dopo il volo nello spazio
Nuove divisioni per la sicurezza informatica e dello spazio nell’esercito giapponese
Der Standard: superiorità della Russia rispetto agli USA nello spazio
Esperimento Sirius: astronauti simuleranno condizioni volo nello spazio per più di un anno
Tags:
Spazio, spazio, Esplorazione dello spazio, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik