Widgets Magazine
00:46 23 Luglio 2019
Combattenti curdi

Unità di autodifesa curde annunciano ritirata da tutti i fronti con ISIS ad est di Eufrate

© Sputnik . Andrey Stenin
Mondo
URL abbreviato
2210

Le unità di autodifesa curde annunciano ritirata da tutti i fronti con Daesh ad est dell'Eufrate - dichiarazione YPG.

Le unità di autodifesa curde hanno annunciato che si sarebbero concentrate sulla lotta contro l'organizzazione terroristica dello Stato Islamico ad est dell'Eufrate, hanno dichiarato le forze curde (YPG).

"Noi, le forze di autodifesa del popolo, dopo il ritiro delle nostre truppe da Manbij, dichiariamo che le nostre forze si concentreranno sulla lotta contro lo Stato Islamico su tutti i fronti ad est dell'Eufrate", si legge nella dichiarazione pubblicata sul sito web dell'YPG.

YPG si sono inoltre rivolte al governo siriano chiedendo di assicurare il controllo sulle aree che verranno abbandonate dalle loro truppe, in particolare su Manbij, è stato comunicato dai curdi.

"Allo stesso tempo chiediamo alle forze governative siriane, che sono obbligate a proteggere il paese e le frontiere, ad assicurare il controllo sulle aree da cui provengono le nostre forze, in particolare su Manbij, e per proteggere queste aree dall'invasione turca", ha comunicato l'organizzazione curda.    

Il presidente turco Tayyip Erdogan ha annunciato in precedenza che Ankara è pronta a lanciare un'operazione contro la città siriana di Manbij contro le Forze di autodifesa curde siriana (YPG) se gli Stati Uniti non gli avessero ordinato di ritirarsi. In seguito ha comunicato di aver deciso di posticipare l'inizio dell'operazione militare in Siria dopo una conversazione telefonica con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump il 14 dicembre, al termine del quale Trump ha deciso di ritirare le truppe americane dalla Siria.    

Tags:
Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik