Widgets Magazine
17:35 21 Agosto 2019
Russian soldiers stand near a Topol-M ICBM while participating in a rehearsal for the nation's Victory Day parade outside Moscow in Alabino on April 22, 2008

Progettista missili nucleari: Russia risponderebbe in caso di attacco nucleare

© AFP 2019 / ALEXANDER NEMENOV
Mondo
URL abbreviato
1242

Un attacco nucleare contro la Russia oggi non resterebbe impunito, ha detto il progettista generale dell'Istituto d'Ingegneria Termica di Mosca, responsabile per lo sviluppo di missili strategici come i Pioner (distrutti nell’ambito del trattato INF) e i Topol, Yury Solomon.

"Ci sono molti mezzi esistenti (in possesso della Russia) in grado di garantire l'impunità di un attacco nucleare contro di noi e che sono impossibili da distruggere in una sola volta. Qualsiasi azione del genere venga intrapresa, ci sarà comunque un attacco di rappresaglia", ha detto giovedì in un'intervista con il quotidiano Argumenty Nedeli.

Sulla questione se la Russia abbia i mezzi per una rappresaglia a un attacco nucleare, oltre al sistema Perimeter (noto negli Stati Uniti come Dead Hand), Solomonov ha risposto: "Ci sono molti mezzi che non verranno distrutti dopo l'attacco, in virtù delle loro stesse caratteristiche".

Correlati:

Putin rileva nel mondo sottovalutazione del rischio di una catastrofe nucleare
USA costruiscono radar in Alaska per la guerra nucleare
RT: gli USA modernizzeranno la testata nucleare W78
La Russia minaccia: l’Europa può diventare un “potenziale deserto nucleare”
Tags:
Armi nucleari, Nucleare, Armi, Difesa nucleare, nucleare, nucleari, Armi, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik