Widgets Magazine
21:47 20 Luglio 2019
Convoglio delle forze armate turche

Turchia organizza attacco imminente contro i curdi

© AFP 2019/ Omar Haj Kadour
Mondo
URL abbreviato
142

La Turchia prevede di condurre presto un'operazione militare a est del fiume Eufrate in Siria. Lo ha affermato il ministro degli Affari esteri del paese Mevlut Cavusoglu, riferisce Sputnik.

"Siamo determinati a entrare nell'est dell'Eufrate il più presto possibile. Gli Stati Uniti riconoscono il ritardo (nel ritiro delle formazioni curde) a Manbij", ha affermato il ministro degli Esteri turco. Ha sottolineato che Ankara sta coordinando le operazioni con gli Stati Uniti alla luce del ritiro delle truppe americane dalla Siria, in modo che non serva gli interessi delle forze armate curde.

Il 21 dicembre, è stato riferito che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha deciso di posticipare l'inizio delle operazioni in Siria dopo una conversazione telefonica con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Poi ha sottolineato che ha sostenuto la decisione di Trump di porre fine alla campagna militare americana in Siria.

Il 12 dicembre, il leader turco ha annunciato che la Turchia avrebbe "presto" lanciato nuove operazioni militari contro i terroristi in Siria. Ankara considera terroristi i rappresentanti del partito curdo Unione Democratica e delle sue Unità armate di difesa popolari (YPG). Queste ultime controllano le aree nel nord della Siria e sono state tradizionalmente sostenute dagli Stati Uniti.

All'inizio di quest'anno, la Turchia ha condotto l'Operazione Ramo d'Ulivo contro le formazioni curde di Afrin.

Correlati:

Erdogan invita Trump in Turchia
Turchia, Cavusoglu accusa Netanyahu di voler smembrare la Siria
La Turchia coordinerà con la Russia l'operazione militare in Siria settentrionale
Turchia costretta a temporeggiare operazione militare in Siria dopo ritiro truppe USA
Tags:
guerra, Guerra, conflitto armato, YPG, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik