Widgets Magazine
05:41 18 Agosto 2019
Presidente della commissione Esteri del Consiglio della Federazione Konstantin Kosachev

Russia risponde a risoluzione ucraina adottata all'Assemblea Generale ONU

© Sputnik . Maksim Blinov
Mondo
URL abbreviato
1184

La risoluzione ucraina, che parla di presunte violazioni dei diritti umani in Crimea, non avrà conseguenze né legali né politiche. Questa opinione oggi è stata espressa dal presidente del comitato del Consiglio della Federazione per gli affari internazionali russo Konstantin Kosachev.

"Non ci sono conseguenze legali, tutte le conseguenze politiche sono già accadute. E sulla vita in Crimea non inciderebbe più di risoluzione sulla Luna", ha detto Kosachev.

Egli ha anche sottolineato che la riduzione del numero di paesi che supporta la risoluzione rispetto allo scorso anno dimostra "la tendenza a riflettere". Il senatore ha aggiunto che le proposte ucraine "stanno diventando sempre più rituali e distanti, staccate dalle valutazioni sulla vita presente sulla penisola" quindi non dovrebbero essere prese troppo sul serio.

In precedenza, si è appreso che l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato a maggioranza un progetto di risoluzione per la Crimea. Per il documento hanno votato 67 delegazioni, 27 i contrari. Il comitato economico dell'Assemblea generale ha rifiutato di stanziare fondi per l'attuazione di questa soluzione. Un anno fa, per una risoluzione simile, hanno votato cinque paesi in più.

Correlati:

Consiglio della Federazione: "esercitazioni USA in Siria sono illegali"
Consiglio Federazione reagisce a esortazioni USA ad abbandonare il Nord Stream 2
Consiglio della Federazione: “Putin potrebbe visitare la Corea del Sud“
Tags:
Consiglio della Federazione della Russia, Konstantin Kosachev, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik