17:58 24 Giugno 2019
La bandiera della Polonia

Welt: la Polonia teme il deflusso dei lavoratori migranti ucraini in Germania

© AFP 2019 / BARTOSZ SIEDLIK
Mondo
URL abbreviato
107

Gli imprenditori polacchi temono che molti ucraini impegnati nell'economia polacca possano trasferirsi in Germania, scrive die Welt.

Il motivo è che dal 2020 in Germania potrebbe entrare in vigore una legge che semplifica notevolmente l'ingresso e l'occupazione per gli immigrati non comunitari. A questo proposito, il business polacco richiede che il governo a sua volta faciliti l'accesso al mercato del lavoro polacco per gli stranieri.

L'Unione degli imprenditori e datori di lavoro della Polonia hanno avvertito sulle conseguenze negative della nuova legislazione migratoria tedesca per l'economia polacca, secondo die Welt. Secondo il rappresentante del sindacato Yacouba Binkowski  "in uno scenario moderato, che riteniamo realistico, il mercato del lavoro polacco verrà abbandonato da 500 000 ucraini. Lo scenario negativo comporta il raddoppio di questa cifra".

Mercoledì scorso, il governo tedesco ha approvato un progetto di legge che dal 2020 facilita l'ingresso nel paese ai cittadini non provenienti da paesi membri dell'UE. La legge, in caso della sua entrata in vigore, annullerà la priorità per i cittadini della Germania e dell'UE per l'occupazione. 

Binkowski ha anche aggiunto che la Polonia prevede la partenza "degli ucraini senza famiglia, con un livello di reddito al di sotto della media". La nuova legge migratoria tedesca semplifica il riconoscimento delle qualifiche ottenute al di fuori dell'UE, stimola il reclutamento del personale e fornisce aiuto per la lingua.

Come informa il giornale, ora la Polonia, ospita quasi 2 milioni di ucraini: la maggior parte di loro sono lavoratori migranti, e solo poche centinaia i rifugiati. L'economia in crescita del paese dipende seriamente dalla forza lavoro straniera.

Come osserva die Welt, il problema è complicato dal fatto che la Polonia stessa soffre di emigrazione dei suoi cittadini. Inoltre, i tassi di fertilità sono estremamente bassi: ci sono solo 1,3 figli per donna. A questo proposito, l'unione di imprenditori e datori di lavoro richiede al governo di attrarre più migranti, così come di facilitare il processo di emissione della cittadinanza polacca.

Correlati:

Die Welt: esercitazioni su larga scala della NATO in Norvegia sono "mascalzonata inutile"
Giornalista Die Welt: "bisogna sciogliere l’UE e crearne una nuova senza Orban e Salvini"
Die Welt: con gli “amici della Russia” al potere Putin trionfa pure in Italia
Tags:
Lavoro, Legge, Migranti, Polonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik