08:29 16 Dicembre 2019
ONU

Global Compact: l’ONU ha nascosto informazioni del documento?

© REUTERS / Denis Balibouse
Mondo
URL abbreviato
0 60
Seguici su

L'ex avvocato André Sirois, che ha lavorato per 40 anni all'ONU, ha dichiarato a Sputnik che, fino all'ultimo istante, non è stato possibile leggere il testo dell’accordo Global Compact che si stava preparando per la firma a Marrakesh. Secondo lui l'ONU ha volontariamente nascosto le informazioni per evitare ripensamenti sulla firma del documento.

Il canadese André Sirois diffida delle possibili conseguenze del trattato per gli Stati firmatari. Per 40 anni Sirois ha collaborato con l'ONU e, in particolare, ha partecipato al Tribunale internazionale per il Ruanda.  

L'esperto rileva, innanzitutto, la mancanza di trasparenza da parte dell'ONU, che prima che della sua firma ha occultato il documento del Global Compact. Secondo Andre Sirois, l'ONU potrebbe aver deliberatamente nascosto le informazioni in modo tale che il documento non sarebbe stato respinto durante il processo di revisione.

"Sono convinto che alcuni dei dati non siano stati divulgati intenzionalmente. Per 40 anni ho lavorato con documenti dell'ONU, in biblioteca, nei servizi di informazione e fino a poco tempo fa non avevo accesso a tale documento. Lo staff della biblioteca delle Nazioni Unite e alcuni giornalisti vicini all'ONU mi hanno detto che era difficile per loro trovare il testo del documento ", ha detto Andre Sirois in un'intervista con Sputnik.

"Non penso che sia spontaneo, si è preferito semplicemente che il progetto fosse adottato senza domande", ha detto l'avvocato.

Sirois, da parte sua, è convinto dell'effetto negativo dell'adozione del Gloabl Compact, che, a suo parere, limiterà la sovranità di alcuni stati e renderà loro impossibile condurre una propria politica migratoria. Questo, in particolare, interesserà il Canada, un paese noto per la sua estrema "ingenuità" nelle organizzazioni internazionali. Il Canada è uno dei primi che verrà danneggiato dal trattato. Questo paese riceve molti immigrati e cerca di apparire progressista nell'arena internazionale.

 "L'ingenuità dei canadesi nell'ONU è un fatto generalmente riconosciuto. All'ONU, tutti sanno che i canadesi sono i primi a sostenere tali buoni impegni, e poi ne pagano le conseguenze", dice Andre Sirois.

"Tra i firmatari ci sono molti stati che non rispettano l'accordo. Ricordiamo che tra loro ci sono paesi in cui non vivono più persone che nella capitale del Quebec. Il patto è stato firmato da paesi che non accettano migranti e che non vogliono più accettarli. Quindi possiamo parlare a lungo degli Emirati Arabi Uniti… Come mai gli Emirati Arabi Uniti, immersi nell'oro, non accettano più migranti, nemmeno musulmani, e invece li mandano a noi? Ci viene detto cosa devono fare gli stati che non vogliono gli stessi migranti. In questa situazione, c'è qualcosa di completamente scandaloso".

"I paesi che stanno già accettando i migranti saranno costretti a rispettare il trattato", sottolinea Andre Sirois.

Correlati:

Bolsonaro: paese uscirà dal Global Compact sui rifugiati
Immigrazione, la Polonia boccia il Global Compact
Rifiuto del Global Compact è protesta dei paesi europei su imposizioni
Perché bisogna dire “no” al Global Compact sui migranti
Tags:
Immigrazione, Trattato "Global Compact", immigrazione, ONU, Canada
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik