Widgets Magazine
09:14 21 Luglio 2019
I sistemi d’arma antiaereo S-400 Triumf

Turchia intende usare gli S-400 russi indipendentemente dai sistemi NATO

© Sputnik . Ministry of Defence of the Russian Federation
Mondo
URL abbreviato
2111

Una fonte del ministero degli esteri turco non ha confermato le informazioni fornite da Sputnik sulla discussione di Ankara e Washington sui sistemi missilistici antiaerei S-400 Triumf.

In precedenza, Bloomberg ha scritto che la Turchia ha proposto agli Stati Uniti di studiare i sistemi Triumf che la Russia dovrebbe fornire ad Ankara. L'autore ha anche osservato che Washington è preoccupata che l'esercito russo possa avere accesso a informazioni segrete sui caccia F-35, i cui pezzi di ricambio verranno prodotti in Turchia.

"Durante i contatti bilaterali alla parte americana è stato detto che l'S-400 sarà usato indipendentemente dai sistemi NATO in modo tale da non causare danni al caccia F-35 e non rivelare informazioni sensibili ad esso associate", ha detto la fonte dell'agenzia in risposta alla richiesta. commentare la pubblicazione.

Un anno fa, Mosca e Ankara hanno firmato un accordo per la fornitura dei sistemi antiaerei russi S-400. La Turchia pagherà una parte di questo accordo, l'altra invece prevede un prestito per la difesa garantito dalla Russia.

Si tratta di quattro divisioni S-400 per un importo di $ 2,5 miliardi. Il contratto prevede un'opzione dopo l'adempimento della parte principale della consegna. L'installazione dei sistemi missilistici di difesa aerea acquistati è prevista per ottobre 2019.

Gli Stati Uniti hanno reagito negativamente alla cooperazione tra Mosca e Ankara e hanno promesso di sospendere le consegne dei caccia F-35.

Correlati:

Per Bloomberg Turchia avrebbe proposto agli USA di studiare i lanciamissili russi S-400
Washington approva la vendita dei sistemi missilistici Patriot alla Turchia
La Turchia intende acquistare dagli Stati Uniti 120 caccia F-35
Tags:
Difesa antimissile, Sistema antiaereo S-400, difesa aerea, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik