08:20 23 Febbraio 2019
Una coppia

I genetisti rivelano perché le donne vivono di più degli uomini

© Depositphotos / Yacobchuk1
Mondo
URL abbreviato
120

Il fatto che le donne vivono più a lungo potrebbe essere legato non tanto al loro stile di vita più “pacato”, quanto alla presenza di una copia aggiuntiva del gene che rallenta l’invecchiamento. Questa la conclusione a cui sono giunti i genetisti autore dell’articolo pubblicato su Aging Cell.

"Da tempo ci chiediamo perché le donne vivono più a lungo degli uomini. Molti pensano che questa differenza di genere abbia radici evoluzionistiche. In particolare, la maggiore aspettativa di vita permetterebbe alle donne di badare più a lungo ai nipoti", ha affermato Dena Dubal dell'Università della California, San Francisco.

Secondo le statistiche dell'OMS, l'aspettativa media di vita oggi è di 71 anni. In tutti i Paesi del mondo, dalle più povere nazioni africane agli agiati Stati europei, l'aspettativa di vita delle donne è stabilmente al di sopra di quella degli uomini: 73 anni contro 68.

La cosa interessante è che questa dipendenza, come di recente hanno spiegato gli antropologi, si manifesta ugualmente sia in popolazioni meno avanzate sia in nazioni sviluppate. Da sempre si ritiene che la ragione sia il fatto che gli uomini sono più inclini al rischio, all'obesità, all'abuso di alcol, tabacco e droghe e a contrarre malattie cardiovascolari.

Dubal e i suoi colleghi hanno spiegato che questo "divario di genere" è dovuto non solo a fattori sociali, ma anche genetici e per giungere a tale conclusione hanno monitorato la vita di 4 gruppi di topi assai insoliti dal DNA modificato.

Gli scienziati, come osserva Dubal, da tempo sospettano che molte differenze nel funzionamento del cervello e di altri organi tra uomini e donne potrebbero essere legati al funzionamento dei cromosomi sessuali.

Il fatto è che il cromosoma "maschile" Y quasi non contiene geni indispensabili alla vita. Potrebbe venire eliminato dal genoma trasferendo alcuni filamenti di DNA indispensabili per avviare il processo di sviluppo embrionale.

Il cromosoma femminile X, invece, è fondamentale per la vita di entrambi i sessi e malfunzionamenti dei geni ivi contenuti potrebbero rivelarsi fatali. Queste caratteristiche dei cromosomi sessuali hanno indotto Dubal a pensare che la maggiore aspettativa di vita delle donne potesse essere legata al cromosoma X "in eccesso".

Partendo da questa idea, gli scienziati hanno allevato 4 gruppi di cavie maschi e femmine. Metà di loro disponeva del gruppo "sbagliato" di cromosomi: gli scienziati sono riusciti sia ad allevare cavie maschi con cromosomi XX inserendo nel loro DNA i frammenti deficitari del cromosoma Y sia a creare cavie femmine "transgender" con un set cromosomico XY.

Negli ultimi tre anni i biologi hanno studiato quanto a lungo sono vissuti questi roditori. Gli esperimenti hanno dimostrato che l'aspettativa di vita dipendeva non tanto dal sesso dell'animale, quanto dal set cromosomico.

Sia i topi maschi "irregolari" XX sia i topi femmine "regolari" XX vivevano più a lungo dei topi maschi e femmine XY. La cosa interessante è che il cromosoma X in più ha protetto dalla morte più i topi femmine che i topi maschi. Questo potrebbe suggerire la presenza di ormoni o altri segnali molecolari presenti nelle ovaie che allungherebbero la vita e rallenterebbero l'invecchiamento dei topi femmine.

Dunque, la maggiore aspettativa di vita delle donne è dovuta non solo a differenze sociali e comportamentali, ma anche a vari fattori genetici il cui ruolo e le cui caratteristiche ancora devono essere studiate.

Tags:
studio, ricerca, scienza, uomini, donna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik