Widgets Magazine
16:03 18 Settembre 2019
Mar Cinese Meridionale

Esperto: l’Indonesia non aveva motivo di aprire base militare nel Mar Cinese meridionale

© Foto: 29cm
Mondo
URL abbreviato
0 23
Seguici su

In questa settimana l’Indonesia ha aperto una base militare sul Mar Cinese Meridionale, dove prevede di acquartierare un migliaio di soldati. In un’intervista a Sputnik, l’esperto cinese Shen Shishun ha affermato di non vedere alcun motivo per cui l'Indonesia debba aumentare la sua presenza militare nella zona.

"Indonesia e Cina non sono parti in conflitto nel Mar Cinese Meridionale. Se l'Indonesia crea una base militare all'interno del suo territorio sovrano, allora è necessario capire la necessità di questa decisione, cioè se ci sono motivi reali. Se qualcosa minaccia la sicurezza nazionale, ovviamente è necessario agire; ma se non vi è alcuna minaccia, ciò potrebbe costringere altri paesi della regione ad aumentare la loro presenza militare nella zona", ha detto l'esperto.

Egli ha osservato che nel territorio conteso l'Indonesia può intraprendere qualsiasi azione, considerando però se questa può giovare alla pace e alla stabilità regionali. 

"Non credo che le azioni dell'Indonesia siano giustificate, necessarie. Nessuno minaccia l'Indonesia nel Mar Cinese Meridionale. Le azioni militari in tale situazione non contribuiscono alla pace e alla stabilità nella regione", ha spiegato.

Alla richiesta di valutare la situazione attuale nel Mar Cinese Meridionale e le prospettive per il 2019, Shen Shishun ha affermato che esiste una tendenza decisamente positiva.

"Allo stato attuale, la situazione generale nel Mar Cinese Meridionale si sta sviluppando verso la pace, la stabilità e la cooperazione. I paesi della regione sono responsabili del mantenimento della pace e della stabilità, quindi devono essere intraprese azioni comuni per mantenere questa tendenza. Se la situazione si sviluppa in una direzione positiva, nessuno intraprenderà azioni per rendere la regione meno stabile; se la situazione dovesse svilupparsi negativamente e dovessero aumentare le minacce esterne, i paesi della regione adotteranno le dovute misure preventive", ha concluso l'esperto.

Il Mar Cinese Meridionale è, secondo diversi politologi, il punto caldo del pianeta del XXI secolo, comparabile in esplosività alla regione del Medio Oriente. L'accavallarsi degli interessi delle potenze regionali, le dispute territoriali di lunga data, i tentativi attivi degli Stati Uniti e di altri paesi occidentali di giocare sulle contraddizioni dei partecipanti alla disputa, il passaggio di rotte marittime strategiche e i giacimenti di idrocarburi hanno reso necessaria la militarizzazione dell'area.

L'Indonesia, malgrado non sia parte delle dispute territoriali regionali, teme che la Cina possa avanzare pretese sull'arcipelago di Natun. Pechino ha definito queste paure infondate.

Durante il vertice ASEAN-Cina, svoltosi a Singapore a novembre, è stata annunciata l'intenzione delle parti di concludere un codice di condotta nel Mar Cinese Meridionale per prevenire conflitti e pretese sulle isole e sulle risorse della regione.    

Correlati:

Marina Usa invia un incrociatore lanciamissili nel Mar Cinese Meridionale
Pechino accusa gli USA di militarizzare il Mar Cinese Meridionale
Ira di Pechino per le navi militari USA nel Mar Cinese Meridionale
Tags:
Disputa territoriale, Base militare, esperto, Indonesia, Mar Cinese Meridionale
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik