23:35 24 Maggio 2019
Viceministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov

Russia, ministero esteri commenta ultimatum USA su trattato INF

© AFP 2019 / LOUAI BESHARA
Mondo
URL abbreviato
182

Mosca respinge con fermezza le accuse americane sulla violazione del trattato sui missili corto e medio raggio (INF). Lo ha dichiarato oggi ai giornalisti il vice ministro degli esteri Sergei Ryabkov.

Ryabkov ha osservato che, in cinque anni di discussioni su questo problema, gli Stati Uniti non hanno fornito alcuna prova concreta della colpevolezza di Mosca.

"Queste accuse continuano a essere completamente infondate", ha sottolineato.

Un riferimento ad una violazione materiale del trattato INF da parte della Russia è assolutamente insostenibile, ha aggiunto Ryabkov.

Allo stesso tempo, egli ha ricordato che Mosca non ha ricevuto una risposta da Washington alla proposta di discutere i disaccordi sui termini di conformità al trattato a livello militare, inviata al capo del Pentagono, James Mattis, dal ministro della difesa russo Sergei Shoigu.

conclusione, Ryabkov ha sottolineato che Mosca non ha prodotto o testato missili soggetti al trattato INF.

In precedenza, il segretario di stato americano Mike Pompeo ha lanciato un ultimato alla Russia: Mosca ha due mesi per rientrare nei termini del trattato INF, o Washington scioglierà definitivamente l'accordo.    

Correlati:

Mosca annuncia volontà americana di uscire dal Trattato Inf
La Russia propone alla Cina di partecipare ai negoziati sul Trattato INF con gli USA
Il Pentagono ignora gli appelli di Mosca al dialogo su trattato INF e Siria
Tags:
Ultimatum, Trattato Inf, Sergey Ryabkov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik