17:29 22 Maggio 2019
Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Nazioni Unite adottano risoluzione russa per combattere la criminalità informatica

© AFP 2019 / Don Emmert
Mondo
URL abbreviato
140

L'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato ieri la risoluzione "Contrastare l'uso della tecnologia informatica per scopi criminali", una proposta della Russia.

"All'inizio di novembre, è stata approvata dal terzo Comitato dell'Assemblea Generale. La risoluzione dà inizio alla ricerca per formulare la risposta ad una delle attuali minacce globali: il problema della criminalità informatica" ha detto il rappresentante permanente della Federazione russa presso le Nazioni Unite.

È stato aggiunto che "nella prima fase, questa decisione prevede l'avvio all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite di un ampio dibattito politico-giuridico su questo argomento del Segretario Generale delle Nazioni Unite".

Secondo la missione permanente, co-autori della risoluzione sono 36 Stati, "tra cui i nostri parterre BRICS". "L'iniziativa russa ha ricevuto un ampio sostegno interregionale, anche dai paesi dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai e dall'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva, molti stati dell'Africa, America Latina e Asia. È degno di nota che hanno votato contro USA e i paesi dell'UE perché non sono interessati a soluzioni comuni in questo settore", ha aggiunto la missione.

"Tuttavia, ora che la risoluzione è stata adottata, ci aspettiamo che il dialogo, dopo la prossima pubblicazione sul sito delle Nazioni Unite, sarà più rappresentativo e costruttivo", ha concluso la rappresentanza permanente della Russia.

Correlati:

Nigeria, nazioni unite: punire chi ha ucciso lavoratore croce rossa
Siria chiede alle Nazioni Unite di indagare sull'uso di fosforo bianco della coalizione
Ucraina: progetto di risoluzione contro "militarizzazione della Crimea" alle Nazioni Unite
Tags:
risoluzione, informatica, tecnologia, Crimine, Risoluzione, Nazioni Unite, Bruxelles
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik