Widgets Magazine
08:21 21 Luglio 2019
Bandiera Catalogna

I politici catalani in carcere, in sciopero della fame, scrivono ai leader europei

© REUTERS / Albert Gea
Mondo
URL abbreviato
133

Quattro politici catalani, che hanno dichiarato lo sciopero della fame in carcere, hanno scritto una lettera a 40 rappresentanti dell'UE denunciando la violazione dei loro diritti per le loro attività, connesse al referendum illegale per l'indipendenza del primo ottobre 2017.v

Lo ha riferito in una conferenza stampa a Madrid il loro portavoce Pilar Calvo.

"Le lettere sono state inviate a 40 rappresentanti dei paesi dell'UE, così come alla leadership dell'Unione europea, come al capo della Commissione europea e al Parlamento europeo" ha detto Calvo. Tra i destinatari della lettera c'è la premier britannico Theresa May, il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il premier spagnolo Pedro Sanchez.

"Chiediamo di prestare attenzione alla situazione, che riteniamo molto grave e che si sta verificando in Spagna, e che viola direttamente le regole, i principi e i valori fondamentali dell'Unione Europea", si legge nella lettera a disposizione di Sputnik.

Gli autori della lettera ricordano che in carcere si trovano nove persone, tra cui sei ex membri della Generalitet, due leader di enti pubblici, ma anche l'ex presidente del Parlamento catalano. "Siamo in carcere senza processo, alcuni da più di un anno. Siamo accusati di ribellione per lo svolgimento del referendum in Catalogna il primo ottobre dello scorso anno", si legge nella lettera. Gli autori del messaggio accusano la giustizia spagnola di "grave violazione dei diritti fondamentali, compresa la presunzione di innocenza e diritti a un processo legale equo".

 All'inizio di novembre, la Procura ha divulgato i termini di condanna per gli imputati. La più grave è per il leader di sinistra dei "Repubblicani della Catalogna", l'ex vice presidente della Generalitat catalana Oriol Juncera: 25 anni. Per l'ex leader dell'organizzazione pubblica "Assemblea Nazionale Catalana" Jordi Sanchez, per il dirigente di Omnium Cultural Jordi Quishar e per l'ex-presidente del Parlamento Karma Forkadel la Procura chiede 17 anni di reclusione.

Altri cinque membri del governo possono essere condannati a 16 anni di carcere,  l'ex capo catalano delle forze dell'ordine Louis Trapero, il cui caso è analizzato singolarmente e non della Corte Suprema, rischia 11 anni.

Correlati:

Procura generale Spagna denuncia Catalogna per convocazione referendum sull’indipendenza
A Barcellona code ai seggi elettorali per il referendum sull'indipendenza dalla Spagna
Spagna, le autorità vietano i voli su Barcellona durante il referendum
Tags:
sciopero, Protesta, Protesta, Parlamento Europeo, Parlamento, Catalogna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik