16:54 21 Gennaio 2019
Bruxelles

A Bruxelles aprono centro di certificazione di lingua russa come straniera

© flickr.com/ Eddy Van 3000
Mondo
URL abbreviato
0 20

L'apertura del centro di certificazione della lingua russa come lingua straniera è previsto nel 2019 presso il Centro russo per la scienza e la cultura (RCSC) a Bruxelles, ha detto il direttore Vera Bunin a Sputnik.

La RCSC, è un organizzazione parte di Rossotrudnichestvo, che opera nella capitale belga da oltre 20 anni.

"L'idea di creare un centro di certificazione per la lingua russa come lingua straniera nel sistema europeo di conoscenza delle lingue straniere è di grande importanza, e  terremo la prima sessione di test nel maggio 2019", ha affermato Bunin.

Il centro di certificazione sarà creato in collaborazione con una delle università russe autorizzate, tra cui il Pushkin State Russian Language Institute e la St. Petersburg State University.

"Sotto la RCSC sono stati organizzati corsi di lingua russa, la cui partecipazione quest'anno è cresciuta di oltre il 10% e ci aspettiamo ancora più studenti nell'ambito del programma di certificazione. Di recente, i corsi vengono frequentati da quei giovani che hanno bisogno della lingua russa nel curriculum come possibile vantaggio competitivo" ha detto Bunin.

Secondo lei, nel 2018 l'RCSC ha creato il suo proprio sito Internet, che "ha immediatamente aumentato l'attenzione sulla nostra organizzazione tra i compatrioti che vivono sia in Belgio che nei Paesi Bassi, dove non esiste un centro culturale russo, così come tra il pubblico locale interessato alla cultura russa contemporanea".

Secondo Bunina, la RCNC sta attualmente sviluppando attivamente attività nello spazio virtuale, sui social network Facebook e Instagram. "Siamo lieti di vedere che questi metodi di lavoro ci portano un nuovo pubblico, giovani professionisti interessati non solo alla cultura e alla letteratura della Russia moderna, ma anche alla conoscenza del russo come lingua straniera per le attività professionali", ha affermato il direttore del centro.

Il Centro si concentrerà sul lavoro con giovani generazioni e giovani professionisti, che in seguito continueranno a interagire con la Russia nel loro lavoro, ha affermato. "Abbiamo organizzato un viaggio nell'ambito del programma federale di diversi studenti belgi che, al loro ritorno, ci hanno raccontato come collegheranno le loro future attività professionali con la Russia", ha dichiarato Bunin.

Per quanto riguarda le future aree di attività della RCSC nel 2019, ha riferito di un grande interesse nel presentare innovazioni e nuove tecnologie russe. "Anche questo fa parte della cultura: vorremmo sviluppare questo spazio, poiché attrae anche i giovani", ha detto il direttore del centro.

Le altre attività principali del RCSC nel 2019, saranno la presentazione della cultura teatrale della Russia, perché l'anno successivo verrà dichiarato l'anno internazionale del teatro. "Stiamo preparando un vasto programma culturale con la partecipazione di collettivi teatrali della Russia, sia professionisti che dilettanti, in particolare, nel prossimo futuro, un invito della troupe del Teatro sperimentale della gioventù e della Fondazione Vladimir Vysotsky a presentare l'opera in suo onore. Il 25 gennaio è l'anniversario della morte di Vysotsky, e stiamo preparando un programma teatrale in questa occasione", ha detto Bunin.

Correlati:

La Russia ha fame di cultura italiana
Russia, Uae progettano di rafforzare i legami su economia, turismo cultura e difesa
Putin: speranza di ripristino delle relazioni tra Russia e USA attraverso la cultura
Polonia, ministro della Cultura della Russia in visita al "campo di sterminio" di Sobibor
Tags:
Cultura, Difesa del patrimonio artistico e culturale, cultura, Bruxelles, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik