16:49 20 Aprile 2019
Anonymous

Anonymous pubblica nuovi documenti di operazione britannica Integrity Initiative

© flickr.com/ Thomas Hawk
Mondo
URL abbreviato
1121

Degli hacker, presumibilmente legati al gruppo Anonymous, hanno pubblicato altri documenti relativi all'operazione Integrity Initiative il 14 dicembre. Secondo loro, non solo l'operazione ha avuto luogo in Europa e in Canada, ma nel Regno Unito stesso, per condurre una campagna contro il capo del Partito laburista Jeremy Corbyn su Twitter.

La pubblicazione contiene inoltre nuove informazioni su Integrity Initiative e sulle attività del Foreign Office nel Regno Unito relative al caso di avvelenamento da Skripal e sulle comunicazioni con il famoso gruppo White Helmets. Il gruppo ha anche pubblicato documenti sull'Institute for Statecraft, una società collegata a Integrity Initiative, la sua leadership e le attività sia nel Regno Unito che nell'UE.

Gli hacker si sono inoltre impegnati a continuare a rivelare la verità dietro le attività questa operazione e hanno suggerito che altri documenti sarebbero stati pubblicati in futuro.

Gli hacker del gruppo Anonymous avevano dichiarato in precedenza di aver trovato documenti sulle attività del progetto Integrity Initiative che il Regno Unito, secondo quanto ipotizzato, potrebbe sfruttare per interferire negli affari interni dei Paesi europei e per la guerra di informazione contro la Russia.

Secondo uno dei siti di Anonymous, il progetto è stato creato nel 2015 ed è stato finanziato dal governo britannico. Tra gli affiliati a questo progetto risultano i finanziatori William Browder, Vladimir Ashurkov, socio del noto oppositore russo Alexey Navalny, e il professore Igor Sutyagin, condannato in 2004 per spionaggio e successivamente graziato.

Correlati:

Hacker di Anonymous violano sito di partito politico spagnolo di destra
I dati di 500 milioni di ospiti di hotel in tutto il mondo violati da hacker
Anonymous pubblica nuovi documenti su progetto britannico “Integrity Initiative”
Tags:
hacker, hacker, Attacchi hacker, Anonymous, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik