00:40 22 Gennaio 2019
Strasburgo

Tv francese si scusa per canzone di Bob Marley in servizio su morte Cherif Chekat

© Sputnik. Mikhail Voskresenski
Mondo
URL abbreviato
0 01

Il canale televisivo francese BFMTV ha messo come sottofondo nella storia della morte del presunto terrorista responsabile dell’attentato di Strasburgo, Cherif Chekat, la canzone di Bob Marley, I Shot The Sheriff. L'attentaore è stato neutralizzato giovedì sera durante un'operazione speciale a Strasburgo.

Giovedì sera, molti media francesi hanno notato che durante l'uscita speciale del canale televisivo dedicato alla morte di Cherif Chekat, la famosa canzone di Bob Marley, I Shot The Sheriff, era stata messa in sottofondo, il che significa "ho sparato allo sceriffo".

Secondo il canale televisivo, la responsabilità dell'incidente è del team tecnico, che ha affermato che questo è accaduto per errore.

"Il team tecnico che si occupa dell'audio, ha riconosciuto di essere responsabile di questo grave incidente e ha detto che si è trattato di un"errore di gestione", si legge sul sito Web del canale TV.

Il canale ha riferito che è in corso un'indagine in relazione all'incidente, che dovrebbe far luce sui dettagli di ciò che è accaduto, e si è scusato anche con gli spettatori.

Martedì sera, lo Cherif Chekat, 29 anni, già noto alle forze dell'ordine per numerose violazioni della legge, ha aperto il fuoco sui passanti alla fiera di Natale a Strasburgo, dopo di che è scomparso. Secondo gli ultimi dati, tre persone sono morte, 13 sono rimaste ferite. Giovedì sera, le forze dell'ordine francesi hanno individuato l'attentatore. Durante l'operazione speciale ha opposto resistenza ed è stato eliminato.

Correlati:

Isis rivendica l'attentato di Strasburgo
Strasburgo, tv francese trasmette canzone "I shot the sheriff" dopo morte Cherif Chekatt
In Algeria arrestato il fratello maggiore dell'attentatore di Strasburgo
Tags:
Attentato, Canale televisivo, Attentati in Francia, Attentati, Cherif Chekatt, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik