08:28 22 Novembre 2019
Alcol

Medici scoprono un insolito vantaggio derivante dall'uso moderato di alcol

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
121
Seguici su

Gli italiani che consumano una quantità moderata di alcol tendono ad andare meno spesso in ospedale rispetto agli alcolizzati e agli astemi. Lo hanno dichiarato dei ricercatori in un rapporto pubblicato sulal rivista Addiction.

"Non intendiamo dire in alcun modo che tutti gli astemi debbano iniziare a bere con urgenza, mentre il nostro studio mostra che l'effetto dell'alcol sulla salute umana non può essere descritto in una parola", ha detto Ken Mukamal della Harvard University. (USA).

Nell'ultimo decennio sono comparse diverse decine di studi sulla stampa scientifica, i cui autori hanno affermato che esiste una connessione tra l'uso di alcol in qualsiasi forma e lo sviluppo del cancro in un certo numero di organi.

Ad esempio, nel 2010, gli scienziati hanno dimostrato che bere grandi quantità di birra può accelerare lo sviluppo del cancro intestinale e nel 2011 e nel 2013 hanno scoperto la connessione tra alcol e cancro al seno. Altre osservazioni hanno dimostrato che la combinazione di tabacco e alcol esacerba l'effetto cancerogeno di quest'ultimo.

D'altra parte, molti scienziati hanno scritto l'opposto, ovvero che le persone che bevono piccole quantità di vino o birra, in media, vivono più a lungo non solo degli alcolisti incalliti, ma anche dei non bevitori assoluti. Tali affermazioni e pubblicazioni hanno causato molte polemiche tra i medici, in quanto non sono riusciti a trovare una spiegazione chiara per questo fenomeno.

Recentemente, gli esperti delle Nazioni Unite hanno analizzato tali studi e sono giunti alla conclusione che anche il consumo di alcol in piccole quanità ha un impatto estremamente negativo sulla salute umana e che aumenta notevolmente la probabilità di sviluppare cancro, malattie cardiache e incidenti.

Mukamal ei suoi colleghi hanno scoperto che in realtà non tutto è così semplice, osservando la salute di circa 21.000 italiani per quasi sette anni come parte del progetto Moli-sani.

Gli scienziati erano interessati a scoprire come le varie caratteristiche della loro vita, tra cui la dieta, le cattive abitudini e i livelli di ricchezza e istruzione, influenzavano la probabilità di gravi problemi con il lavoro del cuore e dei vasi sanguigni.

Per tutto il tempo di osservazione, i partecipanti a questo progetto si sono recati in ospedali con problemi simili quasi 13.000 volte, il che ha permesso ai medici di scoprire relazioni causali simili.

In modo inaspettato, è emerso che l'alcol non ha sempre contribuito allo sviluppo di malattie del sistema circolatorio e varie forme di cancro. Questo era tipico solo per gli italiani che consumavano più di 48 grammi di alcol al giorno: avevano circa il 74% in più di probabilità di entrare in terapia intensiva con infarti e il 36% in più di cancro.

Dall'altra parte, gli astemi e le persone che avevano smesso di bere circa l'11% e il 19% si sono recati più spesso in ospedale per tutte le possibili ragioni, e il 14% e il 48% hanno sofferto più spesso di malattie cardiache e vascolari rispetto ai bevitori moderati.

È interessante notare che questo schema era assente nell'incidenza di ictus e altre forme di emorragia interna. Come suggeriscono gli scienziati, queste differenze sono dovute al fatto che l'alcol etilico impedisce la formazione di coaguli di sangue, il che riduce le possibilità di ischemia, ma aumenta la pressione nei vasi, il che aumenta il rischio di avere un ictus.

Tali proprietà insolite delle piccole dosi di alcol, secondo Mukamal, suggeriscono che è impossibile affermare inequivocabilmente se ha un effetto positivo sulla salute umana o meno. In altre parole, ogni aspetto della sua azione sul corpo deve essere studiato separatamente, e non cercare di trarne conclusioni globali.

Correlati:

Medico americano asporta un rene ad una donna scambiandolo per un tumore
Flautista russa suona Mozart, Bach e Prokofiev mentre le asportano un tumore alla testa
Studentessa russa diventa modella di Gucci dopo rimozione tumore al cervello
Tags:
Ricerca, alcolismo, birra, alcol, vino, Ricerca scientifica, Italia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik