16:11 20 Aprile 2019
Bandiera della Siria

Pentagono segnala apertura dei punti d'osservazione in Siria settentrionale

© Sputnik . Dmitry Vinogradov
Mondo
URL abbreviato
4010

Il colonnello Rob Manning ha dichiarato che le postazioni sono state costruite per garantire gli interessi della sicurezza della Turchia.

Gli Stati Uniti hanno creato punti di osservazione sul confine turco-siriano, nonostante le richieste di Ankara per rinunciarvi. Lo ha segnalato oggi Associated Press con riferimento al portavoce del Pentagono, il colonnello Rob Manning.

"Per ordine del segretario Mattis, gli Stati Uniti hanno creato punti di osservazione nella regione del confine nord-orientale della Siria con lo scopo di garantire gli interessi di sicurezza della Turchia, nostro alleato della NATO", riporta l'agenzia.

Il numero uno del Pentagono James Mattis aveva annunciato il 21 novembre i piani di Washington per istituire diversi postazioni di osservazione sul confine turco-siriano. Secondo il Daily Sabah, l'amministrazione americana ha optato per questa soluzione a seguito dei timori di Ankara per la presenza delle "forze di autodifesa" curde in questa regione, che la Turchia considera il ramo siriano del Partito dei Lavoratori del Kurdistan, considerato clandestino.

Alla fine di novembre il ministro della Difesa turco Hulusi Akar aveva affermato che la decisione degli Stati Uniti di istituire punti di osservazione nel nord della Siria "complicherà la situazione in una regione già difficile".

La settimana scorsa il ministro turco in una riunione con l'inviato speciale degli Stati Uniti per la Siria James Jeffrey aveva invitato Washington a rinunciare alla costruzione dei punti di osservazione.

Correlati:

La Turchia non sostiene piani USA per la creazione di punti di osservazione in Siria
Siria, i curdi catturano il vice capo dell’ISIS
Russia e Turchia discutono creazione del comitato costituzionale della Siria
Tags:
Difesa, Sicurezza, Curdi, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, crisi in Siria, PKK, Pentagono, USA, Turchia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik