10:43 15 Dicembre 2018
Bandiera Catalogna

Puigdemont: a Bruxelles la prima assemblea del "Consiglio per la Repubblica"

© REUTERS / Albert Gea
Mondo
URL abbreviato
0 73

L'ex capo della Generalitat della Catalogna Carles Puigdemont, che risiede attualmente in Belgio, ha aperto sabato a Bruxelles la prima assemblea generale del cosiddetto "Consiglio per la Repubblica".

I leader del movimento per l'indipendenza della Catalogna hanno annunciato nel mese di ottobre la creazione del cosiddetto "Consiglio per la repubblica", che i media spagnoli hanno soprannominato "governo ombra", e il cui scopo principale, secondo l'ex capo Puigdemont, è la costruzione della Repubblica catalana e "la preparazione della comunità internazionale per il suo riconoscimento". La sede si trova a Waterloo in Belgio, viene chiamata dai separatisti "casa della Repubblica", ed è dove vive Puigdemont. La riunione che è una presentazione, prevede che si esibiranno i rappresentanti del "consiglio", che si svolge in un edificio storico del teatro fiammingo. Gli oratori espongono le attività del Consiglio catalano e i principi del suo funzionamento.

C'era la coda per l'ingresso alla fila un'ora prima dell'inizio della manifestazione, tra le diverse centinaia di partecipanti ci sono molti abitanti della Catalogna, che sono arrivati a Bruxelles appositamente per un giorno per la riunione.

Il leader catalano è stato accolto da uno scroscio di applausi, canti e slogan in lingua catalana."Siamo arrivati un giorno a Bruxelles per partecipare alla riunione. E la maggior parte qui, non è di Bruxelles" ha detto Gillem, arrivato dal caldo della Catalogna nella fredda capitale belga con un'amica. Entrambi sostengono Puigdemont.

"Per lui ci sono persone di diverse età, e, soprattutto, di diversi partiti politici. Tutto è mescolato", ha detto, mostrando i partecipanti alla riunione.

Inoltre ritiene che il "comitato" creato non rimarrà simbolico.

"Oggi si terrà la costituzione formale del consiglio per la repubblica, è un istituto che non chiamerei governo ombra, è più probabile, a mio parere, che sia un "governo in esilio". Non sarà simbolico perché ci sarà un coordinamento con le autorità della Catalogna, il governo e il parlamento e con i membri di questo consiglio, e anche quei ministri che sono andati via dalla Catalogna" ha detto al corrispondente di Sputnik, un giornalista catalano, Vincent Partal. Secondo lui, i partecipanti sono arrivati dalla Catalogna, e rappresentano i diversi partiti, enti locali e associazioni.

Di fronte a tutti all'inizio della manifestazione, è intervenuto il rapper Valtonyc, la cui estradizione dal Belgio chiedono le autorità spagnole.

La creazione del Consiglio "era una promessa elettorale dei due principali partiti separatisti", cioè insieme per la Catalogna e sinistra dei repubblicani della Catalogna. La creazione del Consiglio non è stata sostenuta dal partito separatista di sinistra  Unità nazionale, perché ritiene che non avrà alcun potere reale.

Il primo ottobre 2017 in Catalogna ha avuto luogo un referendum sull'indipendenza. Con la partecipazione del 43% della popolazione, il 90% ha votato per la secessione dalla Spagna. Il governo spagnolo e la Corte costituzionale hanno riconosciuto il voto illegale.

Sulla base dei risultati di questo voto, il 27 ottobre 2017 il Parlamento catalano, dove i separatisti avevano la maggioranza assoluta, ha votato per la creazione della "Repubblica Catalana, indipendente e sovrana".

Tuttavia, ufficialmente i documenti per la proclamazione non sono stati pubblicati e non sono entrati in vigore. In quello stesso giorno, il Senato ha permesso al governo spagnolo di applicare l'articolo 155 della Costituzione, il giorno successivo nella comunità autonoma è stato introdotto il dominio diretto di Madrid, è stato estromesso dal potere e il Parlamento è stato sciolto. Parte dei membri del governo, Puigdemont incluso, sono fuggiti all'estero. Nei confronti dell'ex leader catalano, di leader separatisti di enti pubblici, ex-dirigenti catalani delle forze dell'ordine e dell'ex guida del parlamento, sono state rivolte accuse su accuse di organizzazione di rivolta, ribellione, di appropriazione indebita di fondi statali e disobbedienza alle autorità.

Correlati:

Deragliamento treno in Catalogna, 1 morto e 44 feriti. FOTO, VIDEO
Capo della Catalogna: fare di tutto per "la Repubblica"
Spagna, Catalogna al voto: L'incognita della maggioranza (VIDEO)
Tags:
riunione, governo, Riunione, Carles Puigdemont, Catalogna, Belgio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik