17:43 19 Dicembre 2018
Lanciamissili Iskander

La Russia minaccia: l’Europa può diventare un “potenziale deserto nucleare”

© REUTERS / Sergei Karpukhin
Mondo
URL abbreviato
6337

Lo schieramento di missili americani a corto e medio raggio a seguito del possibile ritiro USA dal Trattato INF, così come la costruzione di basi americane nei paesi dell'Europa orientale, trasforma questi territori in avamposti militari mettendo a rischio gli abitanti di queste zone. Lo ha scritto su Izvestia l’esperto militare Vladislav Shurygin.

"Ognuno di loro diventa un potenziale deserto nucleare", dice.

"Qualsiasi stato dell'Europa orientale che ospiterà tali missili si cancella dalla mappa del mondo. E i politici che invitano insistentemente le forze armate statunitensi espongono potenzialmente le loro popolazioni ad una pioggia atomica. In una tale situazione, i civili di questi paesi non sono più nemmeno ostaggi. Questi sono ostaggi che sono già condannati", ritiene l'esperto.

Secondo Shurygin, attualmente la profondità della "linea di guerra", misurata dai confini della regione di Kaliningrad, è di 500 chilometri (la gittata dei sistemi Iskander), e "in questo caso, gli ostaggi sono solo i felici paesi baltici, incapaci di pensare due passi in avanti ". L'esperto è sicuro che "gli americani avranno ancora una seria tentazione di ottenere i loro obiettivi globali a scapito dell'Europa, per esempio, effettuando dal loro territorio un massiccio attacco nucleare con missili a medio e corto raggio". 

Correlati:

Gli USA per 60 giorni non produrranno e sperimenteranno i missili del trattato INF
Dipartimento di stato USA invita la Russia a sbarazzarsi dei missili 9M729
USA accusano l'Iran per missili in grado di raggiungere l'Europa
Tags:
missili, missile, Missile nucleare, Trattato Inf, Trattato INF, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik