09:35 15 Dicembre 2018
Sale

Spiegati i pericoli mortali del sale

CC0 / Pixabay
Mondo
URL abbreviato
161

Gli scienziati giapponesi dell'Istituto nazionale di biologia fondamentale hanno scoperto il meccanismo con cui il sale contribuisce allo sviluppo dell'ipertonia. Sputnik vi spiega di cosa si tratta.

L'ipertonia è uno dei principali fattori di rischio delle malattie cardiovascolari in tutto il mondo e causa dei decessi per infarto o ictus. Circa il 40% della popolazione adulta globale dall'età di 25 anni soffre di elevata pressione sanguigna.

A contribuire allo sviluppo dell'ipertonia è il consumo del sale da cucina (NaCl). Più NaCl si ingerisce, più ioni di sodio si accumulano nel plasma e nel liquido cefalorachidiano. Questo, a sua volta, influisce sul sistema nervoso simpatico che regola la circolazione sanguigna.

È stato dimostrato che specifici canali di sodio, ovvero strutture proteiche nella membrana cellulare attraverso le quali gli ioni di sodio penetrano nella cellula, si formano in determinate cellule gliali, in particolare negli astrociti e nelle cellule ependimali (ovvero membrane che ricoprono alcune strutture del sistema nervoso centrale).

Le stesse strutture si trovano anche negli organi circumventricolari e garantiscono il legame tra sistema nervoso e apparato circolatorio. Gli scienziati hanno spiegato che questi canali di sodio sono ricettori cerebrali che controllano l'aumento di concentrazione degli ioni di sodio nel sangue e nel liquido cefalorachidiano.

I ricercatori hanno dimostrato che nei topi da laboratorio che non hanno canali di sodio negli organi circumventricolari i nervi simpatici non vengono attivati in caso di elevato consumo di cibo. Invece, nei topi selvatici nelle cellule gliali si è verificata una serie di reazioni biochimiche. Gli ioni di sodio in ambiente extracellulare hanno fatto aprire i canali di sodio e il flusso di sodio nel citoplasma ha portato alla formazione intensiva di acido lattico. Le cellule, dunque, hanno emesso acido lattico e ioni di idrogeno, sono stati attivati i neuroni nell'ipotalamo e nel midollo allungato che stimolano i nervi simpatici.    

Correlati:

Scienziati scoprono nuovi rischi del sale
Scoperta un'altra ragione per cui dormire poco fa male alla salute
Gli scontrini sono dannosi per la salute
Tags:
ricerca, Salute
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik