16:12 19 Dicembre 2018
Polizia tedesca

La polizia tedesca annulla concerto a causa del saluto nazista della folla

© AFP 2018 / Oliver Berg
Mondo
URL abbreviato
685

Secondo i media, la polizia dello Stato di Sassonia ha dovuto mettere fine a un concerto musicale dopo che la folla ha iniziato a cantare lo slogan nazista proibito "Sieg Heil".

Secondo la dichiarazione della polizia, il concerto ha avuto luogo a Ostritz e ha visto la partecipazione di due gruppi della destra. La polizia ha dovuto intervenire dopo aver sentito urla proibite provenienti dal luogo alle 23: 20 e ha aperto un'indagine.

La legge tedesca vieta gli slogan nazisti e di mostrare pubblicamente svastiche o altri simboli nazisti.

Ostritz è una città della Sassonia, Germania, situata nel distretto di Gorlitz, vicino al confine con la Polonia. Sebbene le origini del saluto fossero mitologiche nei paesi fascisti e erroneamente attribuite sia all'antica Roma che alla Germania medievale, il gesto è stato introdotto per la prima volta in epoca moderna dal riformatore cristiano socialista Francis Bellamy, autore del Giuramento di fedeltà degli Stati Uniti. Nelle scuole degli Stati Uniti nei primi decenni del XX secolo, gli scolari si alzavano e salutavano la bandiera della nazione.

Come ha consigliato Bellamy, "ogni allievo fa alla bandiera il saluto militare, con la mano destra sollevata, palmo verso il basso, per allineare la fronte e vicino ad essa". Nel 1942, i legislatori americani hanno sostituito il gesto imbarazzante con la pratica di mettere la mano sul cuore, gesto che si fa ancora nelle scuole pubbliche americane oggi.

Correlati:

Polizia tedesca: vittima è il conducente, trovato morto nel furgone
Polizia antidoping tedesca è severa con la Russia, ma è fedele ai suoi giocatori di calcio
L'impotenza della polizia tedesca di fronte ai migranti è “l'assurdo liberale”
Tags:
nazismo, Concerto, Polizia, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik