18:21 13 Dicembre 2018
Prison

Cina: innocente ha scontato 23 anni in prigione

CC0
Mondo
URL abbreviato
250

In Cina un uomo innocente è uscito di prigione dopo aver scontato 23 anni per delle accuse di stupro e omicidio.

Nel 1996, Jin Zhahong è stato condannato a una pena di morte sospesa per l'omicidio e lo stupro di una ragazza di 20 anni. L'imputato ha cercato di appellarsi al verdetto, affermando che aveva confessato sotto tortura, ma la corte aveva confermato la sentenza.

Nel 2014, The Paper ha iniziato a indagare sul caso. Poi le autorità cinesi anche avevano nnunciato che avrebbero ripreso il caso.

L'avvocato dell'imputato ha dichiarato che non vi era alcuna prova diretta della colpevolezza dell'imputato. Allo stesso tempo, ci sono notevoli incongruenze nel caso, per esempio, sono state trovate bruciature di sigarette sul corpo della vittima, ma Jin Zhehong non fumava.

Il nuovo processo ha confermato l'innocenza dell'uomo che ha compiuto 50 anni quest'anno. Oggi, la corte ha respinto tutte le accuse contro di lui.

Correlati:

"La più bella criminale" della Cina si arrende alla polizia
Cina: vietata la ricerca sulle modifiche del DNA degli embrioni umani
Esplosione in un impianto chimico in Cina, almeno 22 le vittime
Tags:
Prigione, Carcere, Polizia, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik